ATTUALITA' | martedì 24 ottobre 2017 13:17
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

ATTUALITA' | giovedì 02 febbraio 2017, 11:05

Impianti sportivi della Città Metropolitana di Genova. Lodi: "La nuova tariffa acqua sia immediatamente applicata"

Tiziano Pesce, presidente regionale Uisp Liguria: "Questa delibera ristabilisce un elemento di equità, ma deve trovare piena ed immediata applicazione".

Cristina Lodi

La buona notizia risale alla fine dello scorso mese di giugno, e fu accolta immediatamente con grande soddisfazione da tutto il mondo sportivo genovese, a partire dalle associazioni e società sportive che, sempre con maggiori difficoltà, si trovano a gestire impianti. 

Il 29 giugno 2016, infatti, il Consiglio della Città Metropolitana di Genova, in qualità di Ente di governo dell’Ambito Città Metropolitana di Genova, dando seguito ad un ordine del giorno del Consiglio comunale di Genova presentato come prima firmataria dalla consigliera Cristina Lodi, ha approvato (con deliberazione n. 33/2016) le tariffe del servizio idrico integrato per il quadriennio 2016/2019, portando da 1 euro e 20 centesimi  a 30 centesimi il costo dell’acqua al metro cubo, tariffa agevolata da applicare agli impianti sportivi gestiti da associazioni e società sportive dilettantistiche, andando anche a superare, tra l’altro, una precedente situazione di disomogeneità tra i comuni dello stesso ambito territoriale.

Nel frattempo, però, sono già passati ben sette mesi e le nuove tariffe non risultano essere ancora applicate.

“Considerato che a seguito della deliberazione della Città Metropolitana di giugno – racconta Cristina Lodi, consigliera comunale di Genova e consigliera delegata della Città Metropolitana  - la tariffa ‘Uso comunale e metropolitano’ doveva ritenersi pienamente operante, con addirittura applicazione retroattiva a partire dal 1° gennaio 2016, e che, tuttavia, ad oggi, tale tariffa non risulta ancora essere applicata, con grave danno per i servizi comunali diretti o in gestione che utilizzano acqua, ho provveduto ieri a richiedere con atto formale indirizzato all’amministratore delegato di Mediterranea delle Acque, di dare immediata attuazione della tariffa deliberata, e di conoscere le ragioni del ritardo fino ad oggi verificatosi”.

“Le società sportive, gestori e non, e quindi l’intero tessuto associativo dello sport sociale del territorio si trovano, giorno dopo giorno, a dover fare i conti con sempre maggiori difficoltà soprattutto sul fronte dei costi di gestione degli impianti sportivi – sono le parole di Tiziano Pesce, presidente regionale Uisp Liguria – questa delibera ristabilisce un elemento di equità, ma deve trovare piena ed immediata applicazione.
Come Uisp ringraziamo l’impegno della consigliera Lodi su questa tematica così come anche per il suo recente impegno sul percorso che ha portato all’approvazione del nuovo regolamento comunale di affidamento degli impianti sportivi della civica amministrazione.
Lo sport – conclude Pesce – partendo da quello sociale e di cittadinanza, lavora ogni giorno come risorsa a disposizione dell’intera collettività. Lo sforzo di migliaia di volontari dovrà essere sempre maggiormente attenzionato da parte della politica e degli enti locali. Come Uisp continueremo a vigilare e a fornire il nostro contributo”.

pdp

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore