Terza categoria | martedì 24 ottobre 2017 02:39
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Terza categoria | giovedì 10 agosto 2017, 12:58

L'obiettivo di Marco Mineo: "Creare un nuovo grande Granarolo"

Il mister è pronto a tuffarsi in questa nuova avventura

Marco Mineo riparte dal Granarolo. Una nuova e affascinante sfida per il mister che arriva dall'esperienza alle giovanili della Sestrese.

"Tutto è cominciato alla fine di giugno -racconta Mineo- quando mi ha chiamato il ds Guarnieri per conoscere il presidente Corradi e il dirigente Mario Cossu. Mi hanno detto "vorremo fare la prima squadra", pertanto sono ripartito dal mio quartiere dopo le mie esperienze in Eccellenza alla Sestrese dove ho lasciato il mio cuore e tanti amici. Quindi mi sono attaccato al telefono per cercare giocatori adatti alla categoria e abbiamo preso 2 portieri molto bravi ed esperti (Matteo Bassu e Macripodari) poi 3 giocatori dalla Genovese (Matteo Mezzatesta centrocampista e Lobianco e Ammor attaccanti), dal Lagaccio ora Superba sono arrivati Rovegno, Damiano, Billotta, Fascetti, Cozzolino. Della squadra dell'anno scorso abbiamo confermato Cocuzza che allena anche i giovani del Granarolo e Francesco Camicia, poi i nuovi Francesco, Andreani, Bertuccelli e un gruppo di giocatori esperti fra cui Pino Losciale, Paolo D'Agostino, Alessandro Bottaro, Diego Ferrando un giusto mix tra giovani e giocatori esperti".

"In più -prosegue Mineo- ci sarà il mio vice Andrea Pace, un giovane che vuole diventare allenatore. Si comincerà il 28 agosto con entusiasmo con la voglia di ricominciare una nuova avventura da zero in una nuova società del mio quartiere molto ambiziosa che ringrazio per la fiducia. Per me sarà una nuova sfida con una squadra creata al 90 per cento da me, ora aspettiamo ancora 3 o 4 giocatori importanti per il salto di qualità definitivo per chiudere la rosa con il bomber Ferrando pronto a darci una mano. Che posso dire in più? Io credo molto in questi ragazzi: con lavoro, umiltà e cuore possiamo raggiungere i nostri obiettivi e creare un nuovo grande Granarolo".

"Per me -conclude- è una bella sfida. Porterò le mie idee e le mie esperienze alla Sestrese con un anno con Maurizio Podestà da cui ho imparato molto e soprattutto ho trovato anche un nuovo amico, uno degli allenatori più preparati che ho conosciuto che vale molto di più dell'Eccellenza".

PDP

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore