ALTRI SPORT | venerdì 24 novembre 2017 17:52
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

ALTRI SPORT | giovedì 02 novembre 2017, 11:30

Jujitsu: campionati europei Under 18 e Under 21 a Bucarest

Tre ragazzi della palestra Spaziodanza di Sampierdarena preparati dal maestro Fazio si sono distinti per l'occasione

Lo scorso week end, a Bucharest, si è tenuto uno dei più ambiti eventi del mondo del Jujitsu, il campionato europeo Under 18 e Under 21. La palestra genovese di Sampierdarena,

Spaziodanza, da anni sforna talenti nel settore Jujitsu, chiamati ad indossare la maglia azzurra per rappresentare, nel mondo, la propria nazione. 

Alfredo Fazio, maestro di esperienza, ha preparato al meglio, per questa occasione, tre ragazzi:

Chiara Fiorelli, categoria 63kg Aspirant, che dopo il suo esordio in Grecia, ai mondiali di Atene, dove era stata frenata da una forte emozione, si migliora e ottiene la possibilità di salire sul podio europeo disputando un’ottima finale terzo-quinto posto che purtroppo non riesce a vincere. Avversarie molto toste, ma lei è giovane, ha la volontà di migliorare e l’età è sicuramente un punto a suo favore. Le speranze in lei sono alte e lavorerà sodo per ottenere un posto in Europa, o, ancora meglio, nel mondo. 

Vittorio Marino, categoria 62kg Junior, plurimedagliato, ottiene sempre pesanti medaglie a livello internazionale, è una garanzia. 

Ricordiamo il terzo posto agli Europei di Genova nel 2012, il secondo posto ai Mondiali di Bucharest nel 2013, il primo posto agli Europei di Lund nel 2014, il terzo posto in occasione dei recenti mondiali di Atene disputati a Marzo di quest’anno. Questa volta, purtroppo, lo ferma un brutto infortunio alla spalla in occasione del primo incontro, che non gli permette di andare avanti e deve ritirarsi, suo malgrado, dalla competizione. 

Una medaglia mancata, si potrebbe dire, anche se si sa, ogni gara ha una storia a sè. 

Questa era la sua ultima gara nella nazionale giovanile, da Gennaio lo vedremo impegnato nella classe Senior, over 21, con l’augurio che continui a lasciare il segno come ha fatto fino ad ora. 

Ultima gara nel settore giovanile anche per Andrea Noto, categoria 77kg Junior, reduce anche lui da un terzo posto ai Mondiali di Atene di Marzo e da una convocazione precoce nella nazionale dei Senior dove ha disputato un’ottima gara agli Europei in Bosnia a Giugno di quest’anno. 

Il ragazzo è entrato in gara con una grinta da manuale, disputando ottimi incontri nelle fasi preliminari, fermandosi solo in semifinale, purtroppo, contro un giocatore di casa, rumeno. 

Andrea è costretto a rinunciare a far risuonare l’inno italiano, ma non molla e annulla completamente l’avversario durante la finale terzo-quinto posto e sale sul gradino di bronzo con ampio margine. Il suo obiettivo è quello di far risuonare l’inno italiano e adesso dovrà lavorare ancora più duramente, per riuscirci nei Senior. 

Il maestro è soddisfatto dei suoi atleti e sottolinea sempre l’importanza della grinta, della determinazione e della voglia di vincere, caratteristiche fondamentali da utilizzare in queste competizioni. 

Andrea lo ha fatto, questa volta più degli altri e la medaglia è arrivata, con un po’ di rammarico perché la medaglia d’oro era ad un soffio, ma è un terzo posto che riempie d’orgoglio lui, i suoi compagni, il maestro e la sua famiglia.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore