Serie A | sabato 18 novembre 2017 05:46
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Serie A | martedì 07 novembre 2017, 15:10

Genoa. La presentazione di Ballardini

Presentazione per il Ballardini parte terza. «Ho studiato questa squadra – comincia - conosco i giocatori e sono interessanti, sono entusiasta di lavorare con loro con la convinzione di poter fare un buon lavoro. Rispetto all'ultima volta la situazione è molto, molto complicata, ma la convinzione è di poter fare un buon lavoro, ci sono tutti gli ingredienti sia dal punto di vista umano che tecnico». Sui tifosi. «Quelli del Genoa mi conoscono, sanno come mi propongo e come lavoro. Mi voglio bene ore quello che ho fatto nelle difficoltà, ma per me in allenatore va giudicato nell’arco di un’intera stagione, queste sono situazioni dove bisogna fare bene in fretta». Sulla rosa. «Credo che si possa fare un buon lavoro, il gruppo è serio e con grandi qualità umane e tecniche, e con testa, gambe e cuore possiamo venirne fuori. Ho la mia idea di gioco, ma non è l’unica altrimenti sarebbe pericoloso. Testerò il tutto sul campo e se non dovessi avere certi riscontri cambierò». Sui singoli. «Sia Pandev che Rigoni quando li ho avuti con me avevano problemi legati al rinnovo di contratto. Sono un uomo di parola e quando le società con cui avevo firmato di chiesero di non utilizzarli io mantenni la parola data, ma non ho nulla contro di loro, anzi, non vedo l’ora dì allenarli. Conosco bene Bertolacci, con me ha trovato continuità di impegno, lui ha qualità importanti, come Lapadula del resto».

FB

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore