Terza categoria | lunedì 23 luglio 2018 13:57
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Terza categoria | venerdì 15 dicembre 2017, 18:02

La grande stagione dell'Old Boys Rensen

Nelle parole del presidente giocatore Davide Oliveri il commento all'inizio boom del team di mister Rolandone

Vallarino

Con Davide Oliveri, presidente dell'Old Boys Rensen, commentiamo questo straordinario inizio della matricola arenzanese, sempre prima e prima dall'inizio dall'inizio del campionato:

“Ma le prossime giornate saranno complicate per infortuni e assenze col lavoro -commenta il patron/giocatore- infatti in casa giochiamo sempre alle 17 per aver tutti a disposizione.

All'inizio non pensavamo assolutamente di poter vincere 9 partite su 10, mister Rolandone dice che forse il livello rispetto ad anni fa è più basso, ma noi abbiamo qualche giocatore che non c'entra niente con questa categoria.

Stiamo facendo giocare punta un ragazzo come Enrico Damonte, capitano storico del Cogoleto, che non aveva mai fatto l'attaccante, non abbiamo il classico giocatore da 20 gol, ma abbiamo tanta gente che va a segno. Abbiamo portiere, difensori e centrocampisti molto forti, davanti potevamo essere un punto interrogativo, invece ci siamo rivelati molto competitivi anche in attacco.

Fra i pali grande stagione di Matteo Bruzzone che faceva il secondo a Mancuso a Cogoleto, qui in Terza è assolutamente il più forte. In difesa sta facendo molto bene Stefano Damonte, un 87 che abbiamo rispolverato e che è di un altro livello. Una menzione speciale per Carlo Vallarino, 95 ex Arenzano, vicecapitano e capitano in assenza di Cevasco, lui non aveva più voglia di giocare, gli abbiamo ridato entusiasmo.

Dal Cogoleto sono arrivati Robello, un giocatore incredibile, ragazzo serio e capace di giocare in ogni ruolo, e Andrea Caviglia, e la loro esperienza si sente. Inoltre sta facendo una stagione incredibile anche Stefano Damonte Moizo che viene dal calcio a 5, l'uomo in più della squadra.

Molto bene in difesa anche l'altro Caviglia, e un in bocca al lupo a Baroni che si è infortunato e che aspettiamo presto. Grande merito poi va all'allenatore Luca Rolandone, non era facile con una squadra costruita da zero vincerle tutte o quasi, con un pareggio e una sconfitta. A questo punto l'obiettivo è provare a salire”.


PDP

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore