Serie D | giovedì 24 maggio 2018 00:22
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Serie D | domenica 11 febbraio 2018, 19:43

Sanremese non piega l’Argentina ma resta in vetta a più 6 sulle inseguitrici

Domenica agrodolce per la Sanremese che al “Comunale” non va oltre lo 0-0 contro l’Argentina, ma resta in testa al Girone E a più 6 sulle inseguitrici.

Nella prima frazione di gioco tante occasioni da una parte e dall’altra.

Passano solo 8 minuti e Berni ci prova con il mancino, Salvalaggio devia in angolo.

Al 12’ grande occasione per la Sanremese. Rotulo serve in profondità Lauria che salta il difensore avversario e serve Lo Bosco. Il numero 9 biancoazzurro prova il cross ma la difesa ospite respinge in angolo.

Quattro minuti più tardi su calcio d’angolo di Scalzi la difesa armese respinge, Rotulo prova la conclusione di mancino. Palla alta.

Al 20’ Ruggiero tenta il mancino da fuori, Salvalaggio si distende e devia in angolo.

Un minuto più tardi Gaudio ci prova di testa, palla a lato per un soffio. 60 secondi più tardi Rotulo serve Gagliardi in mezzo, il numero 11 matuziano conclude al volo, palla alta di poco.

Al 34’ il tentativo di Gagliardi finisce debolmente tra le braccia di Mandelli dopo una combinazione in area. Dopo un minuto Lauria si libera con un tocco morbido di un difensore avversario e prova il mancino al volo, la palla esce a fil di palo alla sinistra del portiere.

Sanremese ancora pericolosa al 38’ con Rotulo che si smarca in area e tenta la conclusione che però finisce alta sulla traversa.

Al 42’ Lo Bosco si gira in area ma il suo tentativo finisce a lato alla destra del portiere.

La prima frazione di gioco si chiude al 44’ quando Martelli impegna Salvalaggio, palla in angolo.

Nella ripresa l’Argentina si dimostra subito capace di mettere in difficoltà la capolista. Al 47’ il numero 11 Pierini impegna Salavalaggio. Il portiere matuziano, che poi risulterà essere il migliore in campo, viene di nuovo chiamato in causa prima al 55’ su una conclusione di Gaudio, poi al 58’ sulla girata di Vitiello.

Al 65’ ancora Salvalaggio protagonista con la parata sul calcio di punizione battuto da Ruggiero.

Dieci minuti più tardi la Sanremese protesta per un salvataggio sulla linea del portiere avversario su calcio d’angolo battuto da Lauria. Per il direttore di gara la palla non è entrata.

Al minuto 88 Lauria ci prova con una girata su assist di Gagliardi ma la sua conclusione finisce alta.

In pieno recupero grande occasione per Jawo. Il numero 25, servito da un traversone di Fiore, prova la soluzione al volo. La palla finisce sul fondo sfiorando il palo alla destra del portiere.

Complice il pareggio del Ponsacco e la sconfitta del Real Forte Querceta la Sanremese si mantiene in vetta alla classifica a più 6 sulle dirette inseguitrici.

====================================

Ho visto una squadra un po’ stanca, ho visto molti giocatori sottotono dal punto di vista fisico – ha dichiarato mister Massimo Costantino al termine della partita – mancano ancora tante partite che solo dei folli potrebbero pensare di aver già raggiunto l’obiettivo. Questa settimana si sono disperse le energie mentali con la gara di Coppa Italia. Oggi è stata una partita alla pari, noi avevamo più il pallino del gioco e loro erano più dediti alle ripartenze. Ma è giusto e normale che sia così. Dispiace non averla sbloccata quando ne abbiamo avuto le possibilità”.

Oggi era più importante portare a casa i tre punti per muovere la classifica siccome sono arrivati risultati positivi per noi dagli altri campi – ha aggiunto Daniel Salvalaggio, premiato man of the match “TP Convivio” dai giornalisti della tribuna stampa – abbiamo affrontato un’Argentina diversa che ci ha messo in difficoltà. Prendiamo questo punto e andiamo avanti”.

========================

Casu: "Ho visto una squadra padrona del campo per 80 minuti ed è stata l'Argentina. Non solo non abbiamo buttato mai via palla ma abbiamo costretto loro a farlo. Questo è un punto prezioso perché conquistato in casa della capolista e perché allunga la striscia positiva a 4 partite. In queste settimane abbiamo affrontato avversari di alta classifica e non abbiamo assolutamente sfigurato. Domenica con il Ghivizzano inauguriamo un ciclo di scontri diretti che ci dirà se questa squadra può davvero raggiungere i play-out. Ora il morale è alto e siamo concentrati sull'obiettivo che consideriamo alla nostra portata".

Ragazzoni: "Penso che se una squadra avesse dovuto vincere questa sarebbe dovuta essere l'Argentina. Bravo il mister e bravi i ragazzi a mettere in difficoltà l'Unione Sanremo. Credo che la nostra squadra sia migliorata molto e che ora possiamo contare su un centrocampo tra i migliori della categoria".

====================================

LE FORMAZIONI

Sanremese: 22 Salvalaggio, 3 Fiore, 5 Cacciatore, 6 Castaldo, 4 Bregliano, 24 Rotulo, 15 Magrin (25 Jawo), 11 Gagliardi, 27 Scalzi (17 Boldini), 10 Lauria, 9 Lo Bosco (30 Caboni)

A disposizione: 1 Gavellotti, 32 Pronesti, 2 Barka, 7 Colantonio, 13 Anzaghi, 23 Negro

Allenatore: Massimo Costantino

Argentina: 1 Mandelli, 2 Berni, 3 Perpignano, 4 Terzoni, 5 Di Lauro, 6 Fiuzzi, 7 Gaudio, 8 Martelli, 9 Vitiello, 10 Ruggiero, 11 Pierini (18 Galesio)

A disposizione: 12 Trucco, 13 Padovani, 14 Napoli, 15 Malafronte, 16 Carletti, 17 Rosato, 18 Galesio, 19 Aretuso, 20 Scortichini

Allenatore: Marcello Casu

Arbitro: Sig. Stefano Nicolini di Brescia

Assistenti: 1° Sig. Enrico Repetto di Bolzano; 2° Sig. Matteo Treve di Seregno

Ammoniti: Bregliano, Galesio, Ruggiero

Recupero: 2’; 4’

Note: 500 spettatori

PDP

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore