PALLANUOTO | mercoledì 19 settembre 2018 15:46
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | lunedì 26 febbraio 2018, 16:47

Pallanuoto: Locatelli-Verona 4-8

Un Verona in gran spolvero espugna la Sciorba con una prestazione estremamente convincente e concreta

U.S.Luca Locatelli Genova - CSS Verona 4-8
(2-1); (0-4); (1-2); (1-1)


U.S.Luca Locatelli Genova: Benvenuto, Figari 1, Donato, Tedesco, Gamberini, Bissocoli, Adamo, Nucifora Cat., Mori 3, Valsecchi, Ciccione, Isetta, Nucifora Car. Allenatore: Stefano Carbone

CSS Verona: Mattioni, Castagnini, Cressoni 1, Russo 1, Borg , Peroni, Braga 3, Carli, Nicolis, Prandini , Carotenuto 1, Mattioni 2, Zingaropoli. All. Zaccaria 

Arbitro: Marco Piano

Superiorità numeriche 

Locatelli Genova: 4 su 10 più 1 rigore sbagliato

Verona: 2 su 4 più 1 rigore realizzato

Un Verona in gran spolvero espugna la Sciorba con una prestazione estremamente convincente e concreta, al contrario la Locatelli per la prima volta quest'anno incappa in una prestazione davvero pessima, senza alcuna attenuante, tanto più che finalmente abbiamo assistito ad una prova di grandissimo livello del direttore di gara e che con una buona gestione delle prime due superiorità numeriche le ragazze di Carbone avevano messo la gara sui binari giusti, con una doppietta di Mori. Ma un gioco confusionario e tante disattenzioni hanno favorito la clamorosa rimonta del CSS Verona, trascinata da una strepitosa Braga, che nel volgere di soli dodici minuti effettivi di gioco (dagli ultimi due minuti del primo tempo ai primi due minuti del terzo ) schianta le genovesi con sette reti consecutive (tre di Braga, una a testa per Russo, Carotenuto, Cressoni, Mattioni). Dopo il 7-2 ampia rotazione per le lontre e controllo della gara da parte della formazione scaligera, per un sostanziale equilibrio nella seconda parte di gara, nella quale fa il suo positivo esordio al centro dell'attacco ligure Ludovica Isetta, classe 2003 al secondo anno di pallanuoto. Al 7-3 di Figari risponde Mattioni nel quarto tempo e ancora Mori, una delle rare note positive di giornata per la Locatelli, rende meno pesante il passivo dopo un rigore non trasformato da Silvia Figari. Per il Verona una vittoria importante per una possibile rincorsa verso i quartieri alti della classifica, per le lontre il campanello d'allarme più per la sconfitta è una preoccupante involuzione sotto il profilo del gioco. Ma il campionato non si ferma, e domenica le ragazze di Carbone avranno l'occasione di dimostrare a Firenze contro la forte squadra di casa di che pasta sono fatte.

Commento alla partita del tecnico della Locatelli Genova, Stefano Carbone:

"Purtroppo riguardo alla gara di oggi sono poche le cose da salvare, ed il fatto che per vedere la mia squadra attaccare almeno raggiungendo le posizioni ideali del perimetro io abbia dovuto aspettare oltre due tempi e l'inserimento di una quattordicenne all'esordio in Serie A2 ed al secondo anno di pallanuoto la dice lunga sull'andamento della partita. Posso solo fare i complimenti all'amico Zaccaria per la prestazione delle sue ragazze, in particolare una Braga secondo me superlativa e non solo per le tre reti segnate, e chiedere alle mie di lasciarsi prima possibile alle spalle la pessima prestazione odierna, il nostro valore è ben maggiore di quello mostrato oggi, se pensiamo di essere diventate quello che abbiamo fatto oggi siamo in una situazione molto pericolosa.

Infine una nota sul direttore di gara, è stato veramente bravissimo, ha applicato il regolamento alla lettera ed è ciò che alla fine si chiede e ci si aspetta dagli arbitri; complimenti al signor Piano."

PDP

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore