CALCIO | sabato 15 dicembre 2018 05:08
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

CALCIO | mercoledì 10 ottobre 2018, 19:10

Rivarolese-Finale come Samp-Bolzanetese del 98: il ricordo di Edgar Di Terlizzi

"Avevo 17 anni, allora giocavo nella Bolzanetese e fu io a essere sostituito con il famoso quarto cambio che ci costò la sconfitta a tavolino..."

Rivarolese-Finale come Samp-Bolzanetese del 98: il ricordo di Edgar Di Terlizzi

In questi giorni non si parla d'altro che del sesto cambio della Rivarolese nella partita col Finale.

Ieri Marco Pirovano ha ricordato l'episodio di vent'anni fa in un Sampierdarenese-Bolzanetese, dove l'attuale tecnico del Campomorone fece il quarto cambio che gli costò una vittoria importantissima.

Abbiamo contattato il diretto protagonista di quella vicenda, Edgar Di Terlizzi, che allora giocava nella Bolzanetese: fu lui a essere sostituito con il quarto cambio, al suo posto entrò Luca Ferrando, e la Samp vinse a tavolino....

Ricordo benissimo quell'episodio citato da Mister Pirovano, ma ero io e non Porru l'infortunato in campo che ha portato al 4° cambio, avevo 17 anni e da bolzanetese di nascita e di cuore patii molto la situazione.

Partita importantissima quel Sampierdarenese - Bolzanetese, io subentrai in campo e nei minuti finali quasi allo scadere mi fecero un'entrata scomposta che sancì un fallo a nostro favore, entrò in campo il massaggiatore ed io gli dissi per tranquillizzarlo che avrei continuato a stare in campo i minuti restanti altrimenti la squadra sarebbe rimasta in 10, tempo di andare laterale al campo per ricevere le cure del caso e mi vidi subentrare il 4° cambio.

Era un contesto in cui portare l'intero bottino a casa voleva dire con buona probabilità salire in Eccellenza, obiettivo poi ugualmente raggiunto.

95 minuti intensi, una partita maschia con relative tensioni può portare ad "annebbiamenti".

Il mio pensiero però è che in uno sport singolo dove appunto le decisioni e gli errori sono dipesi esclusivamente da se stessi ci possono stare errori anche di elevata importanza, ma in uno sport di squadra dove, tra chi è in campo, chi in panchina e chi fuori attaccato alle reti, tutti compresi coinvolge un minimo di 20/25 persone interessate alla causa non va bene.

Vero quindi che Mister Fresia abbia certamente le sue responsabilità, il resto dello staff, dalla dirigenza ai giocatori, però non dev'essere manlevato dalle stesse.

Comunque FORZA RIVAROLESE ! Io sono anche un ex giocatore della RIVAROLESE  dove per altro ho iniziato a giocare a 6 anni oltre che ritornarci in seconda categoria.. 

PDP

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore