Calcio amatoriale | lunedì 22 aprile 2019 06:38
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Calcio amatoriale | 22 novembre 2018, 14:55

Calcio amatoriale: la bella favola del Tortuga

La squadra fondata da Simone Ferrandi ha vinto tutto il possibile nei campionati Aics

Una formazione del Tortuga alla Sciorba per la finale AICS Super Division 2017/2018

Una formazione del Tortuga alla Sciorba per la finale AICS Super Division 2017/2018

Il Tortuga è una società nata nel 2014 e fondata da Simone Ferrandi con 4 suoi amici, Luca Fioretti, Carlo Sciarrone, Davide Di Martino e Alessandro Andreallo.

Nei campionati Aics ha vinto tutto quello che c'era da vincere, con personaggi di spicco del calcio dilettantistico e un mister che sa il fatto suo come Luca Fioretti.

"Ci siamo iscritto subito in Aics -racconta Simone Ferrandi- iniziando con la Divisione C, e vincendola al primo anno. Nel 2015 abbiamo vinto i campionati regionali di tutta la Liguria, vincendo la Divisione B e anche il torneo estivo "Primavera". Nella stagione 16/17 abbiamo vinto l'FA Cup, prima edizione storica del trofeo AICS, la Coppa che raduna tutte la varie competizioni, siamo stati Campioni d'Italia, vincendo contro una squadra di Frosinone ad Alba Adriatica, e siamo stati secondi in Superdivisione a Genova perdendo in finale con la storica avversaria Marassi. Nel 17/18 infine, abbiamo vinto nuovamente i campionati regionali e la Superdivisione".

"In 4 anni - commenta Ferrandi- abbiamo vinto tutto quello che era possibile vincere, quest'anno puntiamo alla Superdivisione, l'FA Cup, i regionali e i nazionali, le quattro competizioni in cui siamo impegnati".

Nel Tortuga in questi anni hanno militato svariati nomi conosciuti del calcio ligure, su tutti Mattia Bertulla, Davide Bianchetti, Matteo Incardona, Daniele Ventura, Stefano Scalzi, l'ex professionista Carlo Sciarrone, Denis Provenzano.

L'allenatore è Luca Fioretti, attuale direttore tecnico del San Bernardino:

"Luca ha avuto un'importanza fondamentale per la nostra crescita - osserva Ferrandi- intanto perchè è un grande conoscitore di calcio, e poi perchè sa gestire il gruppo come pochi. Con il suo carisma ci ha permesso in questi tre anni di crescere tantissimo, e siamo orgogliosi adesso di vederlo in Prima Categoria alla guida del San Bernardino in coppia con Valmati, anche se secondo me ha un grande futuro da direttore sportivo".

Ferrandi conclude poi con un ringraziamento:

"Un grande grazie all'Aics che ci ha permesso di creare dal niente un nome come quello del Tortuga che ormai è conosciutissimo a livello locale, regionale e interregionale".

Classe 1986, Simone ha avuto anche un grande passato da giocatore. Cresciuto nei settori giovanili di Genoa e Bologna, ha poi giocato in Molassana, Varazze, Bolzanetese, Rapallo, smettendo presto, a soli 23 anni, per motivi di lavoro: "Ho iniziato poi a giocare in Aics, dove ho avuto l'opportunità di creare questa squadra".

Ma il futuro di Ferrandi, dicono i bene informati, è di nuovo in FIGC... 

"Ho ricevuto qualche offerta per ricoprire un ruolo dirigenziale, e non escludo un mio ritorno prossimamente in qualche società genovese...."

PDP

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore