PALLANUOTO | venerdì 19 aprile 2019 06:54
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | 30 gennaio 2019, 10:01

Pallanuoto: Locatelli-Promogest 8-8

Un pareggio dolceamaro per le lontre nella terza di campionato

Pallanuoto: Locatelli-Promogest 8-8

U.S.Luca Locatelli Genova - Promogest Quartu S.Elena

8 - 8

(1-4, 2-1, 2-2, 3-1)

Locatelli Genova: Benvenuto, Figari, Donato, Tedesco 5, Ravenna, Bissocoli, De Carli 2, Nucifora 1, Drago, Valsecchi, Ciccione, Cabona, Bianco. All. Garalti.
Promogest: Gambone, Abbate 3, Cornaglia, Arbus 2, Schiavo, Melis 1, Porcu, Bellisai, Simonetti, Cannata, Steri, Starace 2, Vallascas. All. Perra.

Superiorità numeriche: Locatelli Genova: 2 su 4 Promogest 3 su 7

Un pareggio dolceamaro per le lontre nella terza di campionato, contro la compagine sarda della Promogest, dolce perchè si muove la classifica,finalmente, e al termine di una partita difficile contro una avversaria probabilmente più attrezzata rimontata con grande bravura, amaro perchè la rete del pareggio della Promogest è giunta a pochi secondi dal termine, facendo sfumare una vittoria che la Locatelli avrebbe meritato, per quanto mostrato in vasca.

La prima frazione, unica ad appannaggio della squadra di Perra, è tutt'altro che un monologo sardo, ma l'approccio alla gara della Locatelli ha i contorni del suicidio: pronti via dopo venti secondi Nucifora lascia entrare Abbate come fosse una qualunque, l'ex nazionale ringrazia e deposita facilmente a tu per tu con la rientrante Benvenuto.La Locatelli reagisce ed inizia un vero bombardamento senza esito verso la porta difesa da Gambone, che si esalta con alcuni interventi pregevoli (alla fine saranno dieci i tiri neutralizzati dalla rossa toscana in forza alle "fenicottere" nel solo primo tempo), mentre le sue compagne castigano senza pietà i ripetuti svarioni difensivi delle liguri, raddoppiando con Arbus, triplicando con Starace e reagendo con Melis che porta sul 4-1 la Promogest dopo la bella rete delle genovesi siglata dal capitano Jamila Tedesco.Il risultato col quale si va al primo intervallo è però grottesco, per quanto visto in vasca, dove la miglior Locatelli di questa stagione da un canto tiene botta magnificamente sul piano del gioco, ma dall'altro è sotto di tre reti e buon per le biancorossoblu che Benvenuto piazza il primo miracolo di giornata nella inferiorità numerica del possibile -4. La ripresa vede una reazione concreta delle lontre che si riavvicinano con la doppietta di Tedesco, ma che vedono riallontanarsi le avversarie grazie alla rete di Abbate nell'ultimo minuto prima dell'intervallo di metà gara. Al cambio di campo Starace ristabilisce in superiorità numerica il +3 per le sarde, la Promogest sembra scappare nuovamente nel punteggio, ma prima Nucifora si fa perdonare l'amnesia difensiva in occasione del primo gol del match, poi ancora una strepitosa Tedesco rimette in scia la Locatelli, che sfiora poi anche il pareggio. Quando l'inerzia dell'incontro sembra ampiamente in mano ligure arriva una clamorosa disattenzione in difesa della giovanissima Vittoria Ravenna,classe 2005, che viene espulsa regalando l'uomo in più alle avversarie che sentitamente ringraziano e incassano il gol del 5-7 di Arbus che realizza al volo con la complicità di Bissocoli, lentissima a chiudere sul palo. Le lontre però ci credono e sanno soffrire. In apertura di ultima frazione Benvenuto sventa il nuovo triplo vantaggio sardo, e Alessia De Carli mette dentro  il 6-7 sulla superiorità numerica dovuta all'espulsione definitiva per proteste di Starace.Capitan Jamila Tedesco, incontenibile, corona il lungo e paziente inseguimento, infilando in rete il 7-7, mentre ancora De Carli sigla un gol, l'8-7, che sembra portare in trionfo le liguri, ma Abbate ad un pugno di secondi dalla fine riporta il punteggio finale in una situazione di parità che, se sta stretta alle genovesi, è comunque tutto sommato accettabile da entrambe le contendenti. Domenica match difficilissimo a Como per le lontre che comunque sembrano avere ritrovato la giusta rotta sotto il profilo del gioco, alimentando così più di una speranza sulla strada della salvezza.

Commento del tecnico della Locatelli Genova: "Al termine del primo tempo, sotto di tre reti, quando sembrava profilarsi un'altra domenica di passione, ho detto che stavamo giocando molto meglio delle avversarie per non credere di potere rientrare in partita, e sono molto felice di avere visto la squadra giocare in modo coraggioso, ma avere anche pazienza, rientrare piano piano in gara fino a piazzare il gol di un vantaggio che meritavamo. L'azione che ci è costata il pareggio non è stata gestita al meglio, ma sono altri gli errori gravi,sui quali lavorare, che ci hanno impedito di portare a casa l'intera posta in palio. Errori, sia chiaro, tutti nostri, perchè l'arbitraggio è stato strabiliante,complimenti vivissimi a Daniele Bianco, sembrava di giocare col doppio arbitro, una bella sensazione soprattutto rispetto a quando giochi con un arbitro doppio. Aggiungo infine doverosamente che la reazione l'ho vista soprattutto nelle "grandi", che ho ripreso duramente dopo la prima partita, ma che  vanno elogiate con ugual enfasi; spero sia un primo piccolo passo dal quale ripartire per una stagione che ci ripagherà proporzionalmente rispetto ai sacrifici che saremo disposti a fare"

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore