ALTRI SPORT | venerdì 22 febbraio 2019 17:09
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

ALTRI SPORT | 04 febbraio 2019, 21:37

Taekwondo, Città dei Ragazzi protagonista a Perugia

Taekwondo, Città dei Ragazzi protagonista a Perugia

Oltre 400 atleti da 12 regioni (Umbria , Marche, Basilicata, Abruzzo, Campania, Emilia, Lazio, Puglia, Sicilia, Toscana, Marche e Veneto)in Italia hanno partecipato al campionato interregionale Umbria di combattimento, svoltosi a Perugia domenica 3 febbraio.

Al palazzetto dello sport nel capoluogo umbro in scena anche la Polisportiva Città dei Ragazzi di Sori, con una delegazione di 18 atleti capitanati dal maestro Andrea Marcato. Bottino molto positivo con 12 medaglie (sei ori tre argenti e tre bronzi) che valgono anche il quarto posto nella speciale classifica per società su un totale di 57 squadre. Vincono Gabriele Queirolo, Simone Chittò, Samuele Repetto, Samanda Salla, Anisa Salla e Tommaso De Lilla, secondo posto per Giulia Benvenuto, Matteo Cafferata e Fabio Cavaliere; bronzo per Antonio Marcello, Martina Porcile e Giulia Olcese. 

In particolare, grande prestazione per l’under 15 Queirolo, alla prima affermazione nella categoria regina, quella delle cinture nere. “Sono felice per la prestazione, riuscire a conquistare l’oro contro atleti più esperti di me è motivo di enorme soddisfazione. Inoltre, ho gareggiato nel giorno del mio compleanno, facendomi il migliore dei regali!” il commento del giovanissimo classe 2006.


Soddisfazione anche per il maestro Marcato: “Sono soddisfatto delle prestazioni di tutti i ragazzi, a prescindere dalla medaglia conquistata. Hanno dimostrato coraggio e determinazione e son sicuro che, anche chi non ha centrato il podio, avrà presto occasione di rifarsi. Rientriamo a casa con un importante bagaglio di esperienza in più, consci che stiamo lavorando nella giusta direzione per toglierci ancora tante soddisfazioni”. 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore