PALLANUOTO | venerdì 19 aprile 2019 07:10
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | 10 febbraio 2019, 01:01

Pallanuoto A1 / L'Iren Genova Quinto torna alla vittoria battendo la Florentia

Una fotocopia della gara di andata: batti e ribatti fra le due formazioni, nessuna riesce a “scappare” nel punteggio e così, a dodici secondi dalla fine, è ancora una sassata di Andrea Amelio a decidere le sorti dell’incontro.

IREN GENOVA QUINTO-RN FLORENTIA 9-8
IREN GENOVA QUINTO:
Pellegrini, Paunovic 1, Vavic, Mugnaini 1, Brambilla 1, Lindhout 1, Gavazzi 1, Bielik, Boero, Bittarello 1, Gitto 2, Amelio 1, Pellerano. All. Marino
RN FLORENTIA: Cicali, Generini 1, Eskert 1, Coppoli 1, Turchini 1, Bini, Chemeri, Dani, Razzi 2, Tomasic, Astarita 1, Di Fulvio 1, Maurizi. All. Tofani
Arbitri: Calabro e Frauenfelder
NOTE: Parziali 3-2, 2-3, 1-2, 3-1. Superiorità 6/13 per il Quinto, 4/10 per la Florentia. Spettatori 400 circa

Una fotocopia della gara di andata: batti e ribatti fra le due formazioni, nessuna riesce a “scappare” nel punteggio e così, a dodici secondi dalla fine, è ancora una sassata di Andrea Amelio a decidere le sorti dell’incontro. Nella quarta giornata di ritorno di serie A1 l’Iren Genova Quinto, che era reduce da quattro sconfitte consecutive, si riscatta alle Piscine di Albaro battendo la Florentia 9-8. Gara tesa e combattuta, si diceva, con le due formazioni che non sembravano in grado di sovrastarsi. E invece, a un minuto dalla fine e sul punteggio di parità, l’azione perfetta: time out per il Quinto, ne segue azione concentrata sul centroboa, Paunovic guadagna espulsione e poi è Amelio a mettere la firma su tre punti fondamentali.

E’ stata dura, lo sapevamo, l’assenza di Gabriele sul bordo vasca complica le cose – dice il diesse Lorenzo Marino, in panchina appunto per sostituire lo qualificato Luccianti –  E’ un periodo in cui non stiamo brillando, non siamo particolarmente lucidi soprattutto con l’uomo in più. Però si è visto un Quinto che ha giocato con grinta e con coraggio sino alla fine, e rispetto alla precedenti partite abbiamo avuto un guizzo più in avanti, calma nel momento clou e un Pellegrini che ha fatto alcune parate davvero fondamentali. Un abella liberazione dopo questo ciclo di partite giocate con grinta pur senza ottenere nulla. Sono tre punti davvero importanti“.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore