Serie D | mercoledì 20 febbraio 2019 16:13
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Serie D | 10 febbraio 2019, 19:19

Sanremese sconfitta sul campo del Chieri

Non bastano le reti di Videtta e Spinosa

La legge dell’ex punisce la Sanremese. Ai matuziani non sono bastate le reti di Videtta e Spinosa per evitare la sconfitta sul campo di un Chieri trascinato dall’ex Gaeta.

Formazione tipo per mister Lupo che, dopo la squalifica, recupera Videtta al centro della difesa. In attacco c’è Lo Bosco supportato da Molino e Scalzi.


Nella prima frazione di gioco sono poche le occasioni da una parte e dall’altra. Portieri quasi del tutto inoperosi se non per la canonica normale amministrazione.

Dopo una prima fase di studio con poche occasioni da una parte e dall’altra, la gara si sblocca al 40’ quando l’arbitro concede un rigore dubbio a favore del Chieri per l’atterramento di Ferrandino sul lato corto dell’area di rigore. Da dischetto l’ex Gaeta non sbaglia e porta in vantaggio i suoi.


La gara si accende nella ripresa con la Sanremese subito in avanti alla ricerca del pari. Al 49’ Molino si inventa un’azione personale al limite dell’area ma conclude centrale e Tunno neutralizza.

I biancoazzurri trovano il pari al 57’. Videtta si affaccia in avanti e, al termine di un’azione corale avviata sulla trequarti, dialoga con Scalzi e la mette in rete di precisione. Pari Sanremese.

Il numero 5 matuziano ci prende gusto e, cinque minuti più tardi, prova la conclusione ancora su assist di Scalzi, ma la sfera finisce sull’esterno della rete.
Si rende pericoloso anche Lella che approfitta di un pasticcio di Tunno per concludere, ma la sfera va sul fondo.

Nel momento migliore della Sanremese è il Chieri ad andare in gol. Segna ancora l’ex Gaeta che, servito al centro dell’area, la mette in rete in sospetta posizione di fuorigioco.

Il nuovo vantaggio del Chieri dura solo due minuti. Al 71’ Spinosa pareggia nuovamente i conti concludendo al meglio la combinazione con Molino al limite dell’area. Tiro preciso e potente che non lascia scampo al portiere dei piemontesi e pareggio per i biancoazzurri.

La gara si chiude al minuto 82 quando il numero 10 piemontese Ferrandino inventa il diagonale mancino che vale il definitivo 3-2.


Sapevo del valore dell’avversario, loro non hanno rubato nulla perché sono un’ottima squadra e non posso dire niente ai miei ragazzi – ha dichiarato al termine della partita mister Alessandro Lupo – abbiamo avuto due infortuni importanti però sul 2-2 pensavo di riuscire a portarla a casa, poi è uscito il grande gol del Chieri. Sono stati bravi i ragazzi a rimanere lucidi in una partita che ho avuto l’impressione fosse un po’ sbilanciata, a volte la compensazione dei fatti porta a fare dei pensieri…È stata una bella partita, rotta nell’equilibrio del rigore, poi l’abbiamo rimessa a posto e una grande giocata ha spostato di nuovo l’inerzia. Non voglio fare polemiche, ma non mi è sembrato di giocare ad armi pari. Ma ripeto che loro non hanno rubato nulla”.


Non meritavamo di perdere – ha aggiunto il direttore generale Giuseppe Fava – le decisioni arbitrali non ci hanno favoriti, un primo gol su rigore molto dubbio, un secondo gol con il sospetto di un fuorigioco e poi il terzo per una disattenzione nostra hanno reso vana la prestazione della squadra”.



LE FORMAZIONI


Sanremese: 1 Manis, 3 Anzaghi (24 Sadek), 5 Videtta (18 Carletti), 2 Giubilato, 23 Fiore, 16 Taddei, 26 Rotulo, 8 Spinosa, 27 Scalzi (7 Gagliardi), 10 Molino, 19 Lo Bosco (9 Lella)

A disposizione: 22 Morelli, 4 Bregliano, 6 Castaldo, 29 Guida, 30 Acampora

Allenatore: Alessandro Lupo


Chieri: 1 Tunno, 2 Serbouti, 3 Pautassi, 4 Bani, 5 Ciappellano, 6 Conrotto, 7 D’Iglio, 8 Della Valle (13 Cirio), 9 Gaeta (15 Di Lernia), 10 Ferrandino, 11 Gasparri

A disposizione: 12 Benini, 14 Vergnano, 16 Gerbino, 17 Merkaj

Allenatore: Vincenzo Manzo


Arbitro: Sig. Dario Madonia (Palermo)

Assistenti: 1° Sig. Simone Petracca (Lecce); 2° Sig. Alessandro Parisi (Bari)


Marcatori: 40’ 68’ Gaeta (r), 57’ Videtta, 71’ Spinosa

Ammoniti: Della Valle, Giubilato, Molino, Manis, Pautassi

Calci d’angolo: 4-6

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore