ATTUALITA' | mercoledì 19 giugno 2019 22:58
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

ATTUALITA' | 10 aprile 2019, 20:36

Come scegliere un personal trainer: mini guida per non sbagliare!

Negli ultimi anni il settore del personal training è cresciuto in maniera davvero rilevante. E, per averne piena consapevolezza, è sufficiente dare uno sguardo ai numeri dei profili di Superprof, sito leader per la scelta di personal trainer in Italia, per scoprire che sono sempre di più, e sempre più valide, le proposte in tale ambito.

Le persone, d’altronde, desiderano utilizzare con sempre maggiore convinzione i personal trainer affinché possano ottenere un concreto aiuto nel raggiungimento dei loro obiettivi individuali di salute e di forma fisica. Un personal trainer sarà infatti in grado di adattare un programma di esercizi e di allenamento fisico per soddisfare i vostri obiettivi e le vostre esigenze di salute personale, impartendovi altresì validi spunti per poter migliorare il modo con cui vi allenate e – infine – dandovi nuovi approcci motivazionali. Ma come trovare un buon personal trainer?

Trovare un buon personal trainer

Un buono punto di partenza per iniziare a cercare un personal trainer è sicuramente rappresentato dalle palestre locali, dai centri benessere o dai centri fitness della vostra zona di riferimento. Quando siete in palestra, cercate dunque di comprendere quali sono i personal trainer lì disponibili, e come interagiscono con i loro clienti. Prendete nota dei personal trainer che sembrano avere maggiore successo con la propria utenza, e che sembrano essere maggiormente coinvolti nei loro allenamenti. Chiedete ad amici e colleghi di lavoro consigli sui personal trainer che magari stanno utilizzando, sfruttando l’immancabile passaparola.

Detto ciò, vi invitiamo a prendervi tutto il tempo necessario prima di fare la vostra scelta finale. Assicuratevi che il vostro personal trainer sia adeguatamente qualificato prima di stipulare qualsiasi accordo. E, anche se è vero che le credenziali professionali e l'esperienza sono vitali, cercate sempre di valutare la personalità e la comunicazione che sono in grado di offrire.

Se poi volete aumentare le possibilità di andare a colpo sicuro, l’utilizzo di portali come Superprof vi permetterà di analizzare in pochi istanti decine di personal trainer nella vostra città, osservando schede profilo, assumendo tutte le informazioni più utili sul loro servizio di qualità, e accompagnandovi così alla scelta più consapevole.

Cosa deve fare un personal trainer

Chiarito che un personal trainer dovrebbe avere qualifiche, certificazioni e credibilità sufficiente per potersi mostrare nel migliore dei modi dinanzi a voi, giova rammentare che il lavoro di un personal trainer è quello di lavorare con voi e per voi, discutendo i vostri obiettivi, valutando il vostro livello di forma fisica, progettando un programma personalizzato e aiutandovi a mantenervi motivati.

Insomma, un buon personal trainer deve:

  • aiutarvi ad allenarvi in modo sicuro ed efficiente;

  • aiutarvi a trovare la giusta motivazione;

  • monitorare i vostri progressi;

  • regolare il programma di allenamento in base al cambiamento del vostro livello di forma fisica;

  • offrire una consulenza generale su una buona alimentazione secondo le linee guida condivise in ambito nazionale;

  • variare le opzioni di esercizio per tenervi motivati e interessati, evitando lo scoramento che può sopraggiungere dopo le prime fasi;

  • aiutarvi a gestire un po' di esercizio da solo, visto e considerato che l’obiettivo ultimo sarà quello di rendervi autonomi in tal senso.

Le competenze del personal trainer

Essendo il settore del personal training scarsamente regolamentato, diventa una buona idea quella di domandare al personal trainer le sue qualifiche professionali, indagando sulla sua esperienza (ad esempio, da quanto tempo lavora come personal trainer) e sul tipo di risultati che altri clienti hanno raggiunto.

Non abbiate paura a domandare se e come si tiene aggiornato sulle materie di salute e fitness (segue corsi di aggiornamento specifici, partecipa a seminari di settore, è abbonato a riviste di wellnees, ecc.?).

Ulteriormente, se avete un problema, un infortunio o una condizione medica specifica (la gravidanza, problemi cardiaci, diabete, ecc.), assicuratevi che il personal trainer abbia una formazione in queste aree e che possa eventualmente coordinarsi con il vostro medico in caso di bisogno.

Tra gli altri spunti che dovreste essere in grado di chiarire, è bene domandare se ha un'assicurazione di responsabilità civile professionale e se sono a piena conoscenza degli standard del settore.

Scegliere un personal trainer

Quando fate la vostra scelta, i fattori da discutere con il personal trainer non si limitano ovviamente a quanto sopra. Per esempio, potrebbe essere utile concordare fin da subito quali sono le modalità di pagamento disponibili, o se offre uno sconto per pacchetti più grandi, ad esempio, per più di una sessione alla settimana.

È altresì importante cercare di capire se il personal trainer possa o meno offrire un periodo di prova prima di impegnarsi in maniera più formale (ti permetterà di capire se ti senti a tuo agio con questo personal trainer prima di sostenere costi), e ancora se è disponibile in particolari orari e giorni in cui siete liberi di fare esercizio fisico?

Concordate anche la gamma di opzioni di attività fisica che offre (in palestra, a casa o all'aperto) e in che modo può adattare i programmi di allenamento su misura per i clienti (ad esempio, come vengono prese in considerazione le vostre preferenze? Che tipo di servizi sono offerti per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi?).

Tra le altre cose da considerare, evidenziamo infine la necessità di sentirsi pienamente a vostro agio con il suo approccio formativo, e la necessità di controllare le tariffe e gli eventuali costi per la cancellazione di un appuntamento.

Detto ciò, considerato che non ci sono regole specifiche che possano valere per tutti, fidatevi del vostro istinto sulle impressioni che il personal trainer fa subito su di voi. È necessario infatti che il vostro personal trainer sia idealmente qualcuno che vi piace (chiedetevi se pensate di poter andare d'accordo con il personal trainer e se pensate che il personal trainer sia veramente interessato ad aiutarvi), che sia un buon ascoltatore (un buon personal trainer ascolterà attentamente quello che dite!), che sia attento e che infine abbia a cuore la necessità di monitorare i vostri progressi (un buon personal trainer valuterà e monitorerà regolarmente i vostri progressi e modificherà il vostro programma come richiesto, fornendo anche report sui vostri progressi e sui risultati sanitari associati).


Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore