PALLANUOTO | venerdì 23 agosto 2019 19:34
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | 29 aprile 2019, 15:54

Pallanuoto donne: Brescia-Locatelli 6-7

Lontre finalmente corsare in quel di Brescia

Pallanuoto donne: Brescia-Locatelli 6-7

AN Brescia - US Luca Locatelli Genova 6-7

(1-1, 2-1, 2-2, 1-3)

AN Brescia: Fanelli, Alberici, Facchinetti 1, Di Lernia 1, Bovo, Testa 2, Usanza, Matilde Vitali, Casali 1, Buizza 1, Barbieri, Camilla Vitali, Fiorese.

All.: Edvin Calderara

Locatelli Genova: Benvenuto, Figari 2, Donato, Tedesco 1, Ravenna, Bissocoli 2, Rossi, Nucifora, Cabona 2, Banchi, Ciccione, Avenoso, Bianco.

All.: Stefano Carbone.

Arbitro: Bianco L.

Lontre finalmente corsare in quel di Brescia,tre punti che permettono alla squadra di Carbone di lasciare la scomoda ultima posizione in classifica rilanciandosi per una possibile salvezza che, sebbene attraverso i play out, dando seguito ai miglioramenti mostrati nelle ultime giornate, non appare più come una semplice chimera. A Mompiano si respira ancora aria di festa per la grandissima impresa dei ragazzi di Sandro Bovo che poche ore prima hanno fermato la Pro Recco, e le leonesse sono decise a continuare il magic moment della società del compianto Pietro Borelli (emozionanti le gigantografie del mentore della pallanuoto bresciana ai lati delle tribune), ma le lontre, a loro volta galvanizzate dalla impresa sfiorata con il Como, squadra a livello dei playoff, nel precedente turno di campionato, sono decise a vendere cara la pelle, e ragiungono ben presto il vantaggio con una splendida entrata di Elena Bissocoli che non dà scampo all'incolpevole Fanelli. Buizza rimedia con una bomba da fuori, e si va sull' 1-1 al primo intervallo, nella ripresa dopo una superiorità banalmente sprecata le lontre subiscono il primo vantaggio bresciano ad opera di Testa, cui risponde Cabona con un gran tiro da fuori, ma Di Lernia approfitta di una difesa genovese piuttosto distratta nell'occasione, nonostante un ottimo rientro di Guendalina Benvenuto fra i pali, e a metà gara le leonesse conducono 3-2. Nel terzo tempo altri scricchiolii in difesa fra le genovesi ed uno svarione di Bissocoli in inferiorità numerica dà il via libera a Facchinetti che dal palo castiga la Locatelli per il primo doppio vantaggio. Lo storico capitano Silvia Figari però non ci sta e dalla lunga distanza trafigge Fanelli, ma la biancazzurra Casali regala ancora in superiorità il doppio vantaggio alle sue. A 11" dalla fine del terzo tempo Figari risveglia le biancorossoblu smarcandosi mirabilmente e realizzando il 5-4 con un gran tiro dei suoi. Le lontre credono nella rimonta e non le turba più di tanto neppure il 6-4 di Testa che ancora in superiorità numerica sigla il terzo doppio vantaggio per Brescia, anche perchè poco dopo Cabona realizza il -1 con un tiro magnifico, e Jamila Tedesco dopo un time out trasforma una superiorità numerica con un tiro preciso forte e intelligente. Ora è solo Locatelli, Figari al penultimo assalto colpisce un incrocio dei pali interno che dà l'impressione del gol ma si stampa sulla riga (così stabilisce l'ottimo direttore di gara, Luca Bianco, bene appostato) e all'ultimo respiro è Elena Bissocoli,lasciata colpevolmente sola dalla difesa lombarda, che come aveva aperto la partita la chiude non dando scampo all'estremo difensore bresciano. La Locatelli difende perfettamente nell'ultimo attacco delle ragazze di Calderara, e recuperato il pallone lo amministra fino al fischio finale.

Vittoria meritata e fondamentale per continuare il cammino della speranza che la giovanissima squadra di Carbone sta intraprendendo con una nuova consapevolezza dei propri mezzi ed una crescita molto incoraggiante di tutto l'organico.

Commento del tecnico della US Luca Locatelli Genova, Stefano Carbone: "Premetto subito che fosse finita pari o anche con una vittoria del Brescia non ci sarebbe stato nulla da dire,visto il binario di equilibrio nel quale si è svolto l'incontro, che solo degli episodi hanno finito per condizionare. Sono molto contento che quello decisivo abbia visto Elena Bissocoli come protagonista,aveva solo bisogno di sbloccarsi e fatto il primo gol in Serie A col Como, non è casuale la sua doppietta. Si è rivista anche una grande Silvia Figari che ha preso letteralmente per mano la squadra nei momenti difficili, e anche il riento fra i pali di Guendalina Benvenuto è stato molto positivo, non è un caso che negli ultimi due incontri, con due portieri finalmente all'altezza (grande anche Maria Bolla Pittaluga col Como), ci siamo giocati fino in fondo le partite e sono anche arrivati dei punti. Abbiamo di contro ancora delle carenze nell'interpretazione di singole situazioni di gioco, ma credo che ora lavorarci sopra sarà più semplice: è aumentata l'autostima e la consapevolezza nei propri mezzi della squadra, come dimostrano anche le prestazioni odierne di Ravenna e Rossi (2005) e Bianco (2006). Se sapremo continuare su questa strada la salvezza potrebbe non costituire più una "mission impossible" "

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore