Serie A | giovedì 17 ottobre 2019 05:37
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Serie A | 17 maggio 2019, 21:53

Genova chiama Marassi: arriva il Cagliari, per un pomeriggio da incubo

Genova chiama Marassi: arriva il Cagliari, per un pomeriggio da incubo

Genova, sponda rossoblu, rivive l’incubo di una possibile retrocessione a distanza di oltre dieci anni. Anni in cui ha vissuto qualche momento difficile, ma anche sogni di Champions League e giornate europee. Anni in cui si sono visti passare da Marassi campioni di livello mondiale che hanno vestito con orgoglio la maglia dei grifoni: tempi che, a ricordarli oggi, sembrano terribilmente lontani. Perché sabato alle ore 18, Genoa-Cagliari è la partita più importante degli ultimi anni per la squadra di casa: in palio una stagione, una categoria.

Un solo punto di vantaggio sull’Empoli, a questo la squadra di Prandelli si è ridotta in seguito al pessimo rendimento delle ultime giornate: qualche buona prestazione in cui non si sono raccolti punti, altre brutte figure, il successo illusorio su una Juventus ormai sazia e reduce dal flop europeo, poco altro. Ci si attendeva molto di più dall’ex Ct della Nazionale, dopo l’ennesimo allontanamento di Juric. E invece c’è stata quasi un’involuzione a livello di punti ma soprattutto di gioco, oltre al rendimento piuttosto scarso di alcuni elementi importanti nella prima parte di stagione, Kouame su tutti.

Sotto il mirino ovviamente anche il Presidente Preziosi, che certo non ha contribuito in positivo cedendo nel mercato invernale il capocannoniere del campionato, Piatek. Il suo sostituto, Sanabria, aveva anch’egli illuso con qualche gol nelle prime apparizioni, fino a cadere in un lungo digiuno che avrebbe potuto interrompere nella sfida interna contro la Roma: un rigore che, se trasformato all’ultimo secondo, avrebbe dato due punti in più vitali per la classifica della squadra ligure. E invece no, l’Empoli è a una sola lunghezza e fa paura, perché vive un momento decisamente positivo.

Certo il calendario può dare speranza ad un Genoa che deve affrontare in casa il Cagliari e fuori la Fiorentina all’ultima, certo non due squadre in buona salute. DI contro, Empoli che riceve al Castellani un Torino in piena lotta europea ma soprattutto nell’ultima giornata pronta ad andare a San Siro, dove l’Inter a meno di clamorosi ribaltoni di questa giornata dovrebbe ancora essere in lotta per andare in Champions League il prossimo anno.

Le quote proposte da Bwin vedono un Genova favorito nel match di domani, dato a 1.55 e dunque piuttosto nettamente rispetto ad un Cagliari il cui successo è pagato ben 6 volte la posta: a chiudere il pareggio, quotato a 3.90. Le tre sconfitte consecutive della squadra sarda hanno gettato anche la squadra di Maran in piena lotta retrocessione, visti i cinque punti di vantaggio sulla terzultima: quando ormai credevano raggiunta la salvezza, sono arrivati alcuni ko amari come quello di Napoli, col rigore dubbio subito allo scadere ed un punto che poteva oggi fare concretamente la differenza.

Il Genoa chiuderà a Firenze, in casa di una squadra svuotata mentalmente e in profonda crisi: prima, però, un pomeriggio di fuoco ed uno scontro diretto col Cagliari. Vincere è un obbligo e darebbe anche pressione all’Empoli che giocherà solo 24 ore dopo.

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore