PALLANUOTO | mercoledì 19 giugno 2019 16:50
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | 28 maggio 2019, 16:50

R.N.Bologna-U.S.Luca Locatelli Genova 8-8

Una domenica quasi perfetta per le lontre che costringono al pareggio a domicilio la seconda forza di campionato, poi scoprono di avere mantenuto l'ottava piazza e che l'avversaria nei prossimi playout è, dal mero punto di vista logistico, la migliore possibile, ovvero la Firenze Pallanuoto.

R.N.Bologna-U.S.Luca Locatelli Genova 8-8

R.N.Bologna-U.S.Luca Locatelli Genova 8-8

(3-1; 1-3; 3-1 ;1-3)


Rari Nantes Bologna: Fiorini, Monaco 1, Caverzaghi, Morselli, Invernizi 1, Verducci 2, Mata'afa 1, Nicolai 1, Lepore, Budassi 2, Franci, Nasti, Guerriero. All. A. Posterivo

Locatelli Genova: Benvenuto, Figari 3, Donato, Tedesco 1, Ravenna, Bissocoli, Rossi, Nucifora 1, Cabona 3, De Laurentiis, Ciccione, Isetta, Bianco. All. S. Carbone

Arbitro: Camoglio

Superiorità numeriche: Rari Nantes Bologna 3/7 +1/1 rigori; Locatelli Genova 0/5

Una domenica quasi perfetta per le lontre che costringono al pareggio a domicilio la seconda forza di campionato, poi scoprono di avere mantenuto l'ottava piazza e che l'avversaria nei prossimi playout è, dal mero punto di vista logistico, la migliore possibile, ovvero la Firenze Pallanuoto.

L'incontro finale di questa "regular season", come lo scorso anno va in scena allo Sterlino, ma quante differenze con la partita dello scorso anno nella quale un semplice episodio bastò a far crollare la Locatelli dopo una magnifica rimonta, nella partita di domenica il Bologna prova a schiacciare sull'acceleratore per ben due volte, ma le ragazze di Carbone resistono, rimontano in entrambi  casi e sfiorano una vittoria che era l'unico risultato utile a garantire quell'ottavo posto "regalato" invece dalla vittoria a Brescia di un Varese che chiude nel migliore dei modi una annata strepitosa.

La partita inizia con una Locatelli arrembante che va più volte vicina alla segnatura, ma è la felsinea Nicolai ad aprire le danze in superiorità.Cabona impatta per le lontre, ma proprio nel miglior momento per le genovesi Bologna scappa via con Budassi e Monaco. Si va al primo riposo sul 3-1, e la squadra di Posterivo accelera subito alla prima azione della ripresa, espulsa Bianco, Invernizi non si fa pregare e mette dentro da distanza ravvicinata. Sembra il preludio ad una gara dall'esito scontato, ma le lontre reagiscono furiosamente con Nucifora, pescata da un delizioso assist della 2006 Eleonora Bianco, Cabona e Figari e si va a metà gara sul 4-4. Incredibilmente la seconda parte dell'incontro è la fotocopia della prima:nel terzo tempi si invola Bologna, con reti di Mataafa in superiorità e Verducci,Cabona riporta sotto le lontre ma un inopinato quanto netto rigore comminato a Figari e trasformato da Verducci sembra segnare nuovamente la partita, tanto più che a inizio quarto tempo Budassi infila, dopo una superiorità sbagliata dalle liguri, la rete dell' 8-5, ma le giovani lontre danno prova di essere cresciute in fretta e trafiggono la rientrante Fiorini due volte con Figari, e pervengono infine al pareggio con la bomba di Tedesco che vale l' 8-8 definitivo. Ultimi minuti densi di emozioni, prima il direttore di gara (quasi perfetto fino a qui) abbocca ad una simulazione grottesca e commina il terzo fallo a Tedesco, le genovesi fanno buona guardia in inferiorità e dopo un paio di occasioni sprecate per parte si giunge a 22" dalla fine.Time out Locatelli: Nucifora in entrata affondata a due mani e colpita al volto da Budassi, per il direttore di gara è contro fallo, e Bologna chiama a sua volta il time out. E nell'ultimo assalto sono le due più giovani in vasca, la 2006 Bianco e la 2005 Rossi, a difendere perfettamente, con quest'ultima che recupera palla cedendola a Benvenuto che prova dalla porta il gol a fil di sirena, ma la palla si spegne fra le braccia di Fiorini, per il giusto pareggio finale.

Commento del tecnico della Locatelli Genova, Stefano Carbone: "Una prova meravigliosa di coraggio, carattere e applicazione.Non tutto è andato bene, ma non soccombere su un campo dove hanno perso tutti a parte Trieste è una soddisfazione enorme oltre che un ottimo corroborante per la nostra consapevolezza di noi, o autostima che dir si voglia. Il pareggio di per sè a questo è servito, perchè noi sapevamo che per contare su di noi ci serviva solo vincere, e ci abbiamo provato fino alla fine, altra cosa per cui mi complimento e ringrazio le ragazze. Abbiamo decisamente dimostrato di meritare l'ottavo posto, anche se all'atto pratico lo abbiamo ottenuto grazie alla vittoria di un Varese che a Brescia si è andato a prendere un quinto posto che personalmente ritengo la più positiva e sorprendente performance di qualunque squadra femminile italiana di qualunque campionato assoluto, non solo la A2 nord, complimenti a loro. Del resto non capivo come si potesse ritenere appagata una squadra che poteva fare un probabile doppio salto in classifica vincendo all'ultimo turno, e sono contento di avere avuto ragione. Detto ciò, il finale di campionato fra noi e Brescia è stato negli ultimi sei turni un emozionante susseguirsi di sorpassi e controsorpassi che mi ha ricordato Digione 1979,il più bel Gran Premio di Formula 1 della storia, col duello Villeneuve-Arnoux, e sono felicissimo che abbiamo fatto noi la parte di Gilles Villeneuve, che è il pilota che ho più amato in vita mia. A noi l'ottava piazza fa la differenza eccome, fra giocare una partita a Firenze e giocare in Sicilia (rischiando siano due trasferte) ci passa il budget della società, pertanto, nonostante tecnicamente un avversario valga l''altro e prevedo sarà un playout molto difficile, ben venga la sfida con le toscane. Di certo adesso troveranno una squadra ben diversa da quella che era anche solo un paio di mesi fa, e spero e penso che le mie riescano a dimostrarlo in vasca, che è la sola cosa che conta, in questi casi."

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore