Prima categoria | giovedì 18 luglio 2019 23:44
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Prima categoria | 12 luglio 2019, 00:05

CAMPESE Il nuovo organigramma. Filippo Travo nuovo vicepresidente con delega alla prima squadra

"Nel mio cuore al primo posto c’è sempre stata la Rossiglionese, società dove mio padre è stato dirigente per moltissimi anni, ma non ho mai nascosto l’amore e la passione per la Campese"

CAMPESE Il nuovo organigramma. Filippo Travo nuovo vicepresidente con delega alla prima squadra

A seguito assemblea del 18 giugno 2019 la Campese registra la riconferma all'unanimità a Presidente il signor Oliveri Alessandro.

È stato eletto presidente Onorario Pietro Dante Oddone.

Dopo aver approvato il bilancio 2018/19 e il budget 2019/2020 e discusso sulle prospettive della prima squadra e sul settore giovanile, ecco la notizia che il prossimo anno sarà costituita una under di livello, guidata da Paolo Folli.

Inoltre confermata la possibilità di fare un campionato Amatori e la possibilità di fare 3/4 squadre del settore giovanile.

E' stato inoltre concordato di collaborare con la società di rugby LeApi per possibili sinergie sportive ed organizzative.

Confermata la volontà di collaborazione con l'istituto comprensivo scolastico Vallestura.

Alla luce di quanto sopra annunciati l'ingresso di nuovi collaboratori quali Marco Macciò (segreteria e gestione sito), Oliveri Stefano (all giovanili), Galimberti Emanuele (all. giovanili), Pitzalis Giulia (Segreteria), Elisa Pastorino (marketing e pubblicità), Vandresi Carlo (allenatore Uefa B aiuto di Meazzi e responsabile settore giovanile), Monaco Giovanni (giocatore ed allenatore Primi calci 2013-2014).

Per ultima la chicca: il vicepresidente con delega alla prima squadra sarà Filippo Travo, ex Presidente Rossiglionese.

A lui la parola:

Siccome è nata, da più parti, la curiosità sul mio passaggio come dirigente alla società Campese scrivo queste poche righe per fare chiarezza, preferirei che questo mio passaggio fosse vissuto in modo tranquillo, con un profilo basso, siccome non mi è piaciuto apparire troppo sui social con comunicati, c’è già chi nel nostro mondo ne approfitta in modo esagerato di questi mezzi, comunque per essere chiaro, la mia esperienza alla società Rossiglionese era finita e non c’erano più le condizioni per continuare, ma la mia voglia di vivere il calcio dilettantistico da dirigente non si era affievolita, come qualcuno diceva in giro, quindi ho deciso di accogliere l’invito del Presidente Oliveri del direttore sportivo Esposito e dei vari dirigenti della Campese specialmente quelli con i quali avevo già vissuto questa esperienza.

La mia scelta è stata anche di cuore siccome, si nel mio cuore al primo posto c’è sempre stata la Rossiglionese, società dove mio padre è stato dirigente per moltissimi anni, ma non ho mai nascosto l’amore e la passione per la Campese dove, anche su consiglio di mio padre, avevo cominciato a muovere i primi passi da dirigente, sicuramente cercherò di dare il mio supporto nei tempi e nei modi che il tempo e le risorse mi consentiranno, anche perché seguo molto mio figlio che non milita in valle, però farò tutto quello che è nelle mie possibilità, in una società ambiziosa e importante come la Campese, lavorando sempre per unire e mai per dividere portando avanti il calcio nella Valle con lo spirito giusto come mi ha insegnato mio padre.

Ultimo punto i dirigenti hanno voluto che fossi vicepresidente con delega alla prima squadra che è stata costruita dal direttore sportivo Esposito in modo eccellente e cercheremo di puntare agli obbiettivi ambiziosi che ci siamo posti.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore