Rubriche | giovedì 19 settembre 2019 06:08
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Rubriche | 21 agosto 2019, 19:31

ZOOM SULLA CASA DELLA SALUTE Chi è la dottoressa Giuseppina Di Stefano

A tu per tu con la Fisiatra genovese che da metà settembre sarà la nuova direttrice tecnica della Rieducazione Funzionale della sede di Alessandria

ZOOM SULLA CASA DELLA SALUTE Chi è la dottoressa Giuseppina Di Stefano

La dottoressa Giuseppina Di Stefano, genovese, ma residente ad Alessandria, Fisiatra, è la nuova direttrice tecnica della Rieducazione Funzionale della sede di Alessandria della Casa della Salute.

Attualmente lavora per il Centro Diagnostico Italiano di Milano, ha uno studio privato ad Alessandria, e a metà settembre sarà operativa presso Casa della Salute.

“Sono una Fisiatra, sono di origini genovesi -racconta- e perciò sono ancora più contenta di aver assunto questo incarico presso Casa della Salute. A ottobre dell'anno scorso avevo avuto un primo approccio, ma non se n'era fatto nulla. Credo che ogni cosa capiti al momento giusto, e oggi eccoci qui, in questa nuova avventura”.

“Dopo la laurea ho iniziato a lavorare alla Salus a Genova -spiega- poi allo Static ad Alessandria, centro di riabilitazione ambulatoriale, quindi mi hanno chiamato a Milano al Centro Diagnostico Italiano, dove attualmente coordino la riabilitazione in tutti e dieci i centri”.

“Mi piace molto il lavoro di Marco Fertonani, mi piace come abbraccia le novità in campo tecnologico”.

In particolare la dottoressa Di Stefano si sofferma sulle qualiltà dell'apparecchiatura HUNOVA della Movendo Technology di Genova:

“Si tratta di una piattaforma robotica, che dà un ausilio eccelso alla riabilitazione, fornendo una valutazione oggettiva delle performance, garantendo una fotografia perfetta del quadro funzionale del paziente, e producendo dei report con numeri ben precisi. Le patologie trattate da questa apparecchiatura vanno dal tronco in giù, con esercizi e valutazioni sia in piedi che da seduto, in cui gli arti superiori si utilizzano ma non si riabilitano, con esercizi sempre più difficili mano a mano che il paziente si riabilita. Spero di averla presto ad Alessandria, è uno strumento che non si può non avere, dà valutazioni uniche”.

La dottoressa insiste sulle particolarità di questa tecnologia, e sugli sviluppi tecnologici in senso lato:

“Questa piattaforma offre la possibilità di avere un programma che predice e previene il rischio di caduta nell'anziano. Dal punto di vista delle terapie fisiche ci sono continue evoluzioni, non si tratta più di fare programmi riabilitativi come lista della spesa, ma veri e propri percorsi riabilitativi. Le terapie fisiatriche come la Tecar si affiancano alle terapie manuali come la fisioterapia. Una cosa però è fondamentale: la persona deve essere sempre al centro, io dico sempre che attaccato a un menisco c'è una persona. Il fisiatra deve fare un percorso insieme al paziente”.

Insomma, ci vuole molta empatia con il proprio paziente:

“Il fisiatra ai giorni nostri ha spesso a che fare con pazienti affetti da fibromialgia, che è una malattia psicologica per eccellenza. Bisogna capire cosa c'è dietro un dolore, ascoltare il paziente, ed eventualmente invitarlo a fare un percorso psicologico. Importantissima è l'accoglienza, l'ascolto, spesso i miei pazienti mi dicono che con li ascolta nessuno, bisogna far parlare il paziente, almeno 3 minuti, capire cosa c'è dietro un dolore, se c'è un disagio”.

Quali sono i suoi pazienti tipo?

“Le persone affette da lombalgia, lombosciatalgia, artrosi, dolori articolari. Io pratico anche l'agopuntura, tratto soprattutto pazienti affetti da emicrania, nevralgia del trigemino, ansia, depressione in supporto alla terapia farmacologia, pazienti affetti da stress o insonnia”.

Segue anche gli sportivi?

“Certo, dò una valutazione funzionale per prevenire infortuni e i rischi di caduta, in particolare nel calciatore si valuta se può caricare più da una gamba o più dall'altra, valutiamo il post infortunio, la riabilitazione post frattura, gli strappi, le distorsioni, le epicondiliti, le tendiniti”.

La dottoressa Di Stefano dal 16 settembre sarà operativa ad Alessandria presso la struttura di Marco Fertonani:

“Si, e lo farò per ora in affiancamento alle altre mie attività”.

==================

CHI E' LA DOTTORESSA GIUSEPPINA DI STEFANO

Medico Esperto in agopuntura per il trattamento dell'infertilità e nel supporto alla Procreazione Medicalmente Assistita

Medico Esperto in Omeopatia, Omotossicologia e Discipline Integrate (AIOT)

Medico Esperto nel Metodo PNEI4U ideato dalla Professoressa Maria Corgna

La Dottoressa Giuseppina Di Stefano è nata a Genova il 16/12/1969. Ha conseguito presso l’Università degli studi di Genova la Laurea in Medicina e Chirurgia con punteggio 110/110 e lode, in data 27/7/1994.

===================

"Un buon fisiatra è capace di fare uscire il paziente dall'ambulatorio con meno dolore di quello che aveva quando è entrato" (A. Fischer) 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore