ALTRI SPORT | sabato 19 ottobre 2019 16:27
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

ALTRI SPORT | 20 settembre 2019, 11:38

FOOTGOLF Dopo aver partecipato ai Mondiali, ora Roberto Puliga punta agli Europei

Intervista al giocatore del Savignone, che da qualche anno si è appassionato a questo sport: "Il FootGolf è prima di tutto una sfida con se stessi. Puntiamo al terzo posto"

Puliga con Taliercio

Puliga con Taliercio

Quattro liguri (Puliga, Cannella, Costa e Melis) si apprestano a partecipare al campionato europeo di Footgolf (EuroFootGolf 19) in programma tra una settimana a Oxford. Con loro anche il coach Luca Taliercio.

L'europeo sarà una competizione a squadre, l'Italia è attesa nel girone iniziale dae sei sfide contro Belgio, Slovenia, Inghilterra, tre singole e tre a coppie. Ci sono 4 gironi da 4, passano le prime due, poi quarti di finale, semifinali e finale.

Parliamo di questa bella esperienza con Roberto Puliga, volto noto del calcio ligure per aver giocato in Busalla, Montoggio, Sarissolese, Crocefieschi e oggi a Savignone.

Roberto, quando è iniziata questa passione?

“Quattro anni fa vedendo dei video su internet, teniamo conto che il FootGolf è uno sport giovane, in Italia è arrivato nel 2012. Ho fatto la mia prima gara Lerca, poi non sono più sono riuscito a smettere. Quest'anno sono a Savignone, in Terza Categoria, ma calcio e footgolf sono due sport che si incastrano bene, in quanto da ottobre a marzo, il periodo clou del calcio, il footgolf è fermo”.

Non è la prima volta in Nazionale per te:

“Agli Europei è la prima volta, ai Mondiali sono arrivato 86° ed è stato un gran risultato perchè volevo entrare nei primi 100”.

In ambito italiano Roberto disputa campionati interregionali e nazionali, oltre vari tornei regionali:

“Si, in campionato al momento sono 4°, e sono 4° anche come ranking assoluto. Come coppia invece siamo arrivati terzi con Cannella. Sono 5° invece in ambito interregionale”.

Obiettivo per questi Europei?

“L'obiettivo è arrivare alle semifinali, per giocarci il terzo posto”.

Fai parte di una squadra?

“Si, sono tesserato per il Bitta FootGolf Team del presidente Luca Taliercio, abbiamo il campo di casa ad Albissola, siamo 25 iscritti”.

In Nazionale sono convocate le prime tre coppie del campionato, i primi 4 singoli del campionato nazionale, e i i primi 4 classificati del Trofeo Match Play.

Roberto, cos'è per te il FootGolf?

“Una passione come il calcio, una sfida con se stessi prima che con gli altri. Io non avevo mai giocato a golf, ma adesso ho iniziato a seguirlo”.

Chi gioca a Footgolf deve essere anche un bravo calciatore?

“Non è detto, io battevo le punizioni, ma nel FootGolf al 70% conta la testa. Un giocatore di calcio coi piedi non eccelsi può eccellere nel Footgolf, chiaro un minimo di tecnica di base ci deve essere”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore