Eccellenza | giovedì 21 novembre 2019 02:08
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Eccellenza | 18 ottobre 2019, 01:05

INTERVISTA DOPPIA Alessandro Lupo vs Alberto Ruvo

I mister di Imperia e Sestri Levante sono accomunati da un passato nelle giovanili della Sampdoria: "Non ci siamo mai più incontrati, ma ci incontreremo con piacere".

INTERVISTA DOPPIA Alessandro Lupo vs Alberto Ruvo

1- Imperia-Sestri Levante, che partita ti aspetti?

LUPO – Una partita bella, con valori tecnici importanti da entrambe le parti, gradevole, senza tatticismi.

RUVO - Sicuramente una bella partita sotto il profilo agonistico.

2- Alla vigilia si diceva tre squadre favorite. E quelle tre squadre sono già in testa. Sarà cosi fino alla fine o ci sarà l'inserimento di qualcun'altro?

LUPO - Credo ci siano altre squadre in grado di impensierirci.

RUVO - Penso che le tre squadre che sono davanti possano continuare ad esserlo fino a fine campionato.

3- Dove e come si vincerà questa partita domenica?

LUPO – Stiamo preparando la partita in un determinato modo, insistendo su alcune cose e sperando di poterle attuare domenica sul campo. Cercheremo di tenere i ritmi alti, quello che conta è chi va più veloce.

RUVO - La squadra che avrà più ritmo e più determinazione penso potrà avere la meglio.

4- Chi vince secondo voi darà un segnale importante al campionato?

LUPO – Presto per dare dei segnali, ma vincere sarebbe una grande iniezione di fiducia, per una maggiore coscienza dei propri mezzi.

RUVO - No siamo solo all'inizio, penso che non possa influire più di tanto sul risultato finale del campionato.

5- Da chi ti aspetti una grande partita fra i tuoi ragazzi?

LUPO – Mi aspetto una prova di forza da parte di tutti, voglio una prestazione da squadra compatta.

RUVO - Non mi piace parlare di singoli anche perché le sorti della partita le decide sempre la squadra nel suo insieme.

6- Se potessi chi toglieresti alla squadra avversaria?

LUPO – Loro hanno un sacco di giocatori bravi, nominare qualcuno vorrebbe dire fare un torto a qualcun altro.

RUVO - Nessuno in particolare: hanno più di un elemento che possa decidere le sorti della squadra.

7- Un giudizio generale sul campionato di Eccellenza ligure di quest'anno

LUPO - Per me è la prima volta in Eccellenza, mi sembra un girone molto tosto, senza partite scontate. Bisogna dare il massimo per vincere ogni domenica, non ci sono squadre materasso.

RUVO - Sarà un campionato sicuramente duro dove non ci sarà una sola squadra padrona.

8- Siete espressione di due grandi piazze della Liguria. Quanto pesa il ruolo di favoriti?

LUPO – Non è facile, perchè sei destinato a dover fare sempre risultato, e se non lo fai puoi perdere l'equilibrio. Se devi vincere, convivi con l'ansia e con l'angoscia.

RUVO - Le aspettative vanno indirizzate nel modo giusto altrimenti si rischia di essere schiacciati dal loro peso; ritengo comunque che far parte di una squadra che rappresenta queste piazze possa far dare a tutti qualcosa di più.

9- Avete entrambi una bella e chiassosa tifoseria. Quanto conta a questi livelli l'appoggio del pubblico?

LUPO – La tifoseria è importantissima, chi è in campo vive di entusiasmo e di emozioni. Il tifo può diventare il dodicesimo uomo in campo.

RUVO - Ritengo che i nostri tifosi siano parte importante per il raggiungimento degli obiettivi.

10- Alessandro Lupo e Alberto Ruvo, siete entrambi ex Sampdoria, vi siete mai incrociati, vi conoscete?

LUPO – Ho dei ricordi bellissimi con Alberto anche se è un po' più vecchio di me. Non l'ho mai più incontrato sul campo. Mi ricordo che aveva due gambe e due polpacci enormi, domenica controllerò se ce li ha ancora così grossi.

RUVO - Abbiamo giocato insieme alla Samp, ma poi non ci siamo mai più incrociati né da giocatori né da allenatori. Sarà comunque un piacere rivederlo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore