Calcio giovanile | venerdì 06 dicembre 2019 16:57
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Calcio giovanile | 29 ottobre 2019, 11:50

Marco Marras e il suo 2010

A tu per tu con il mister del Campomorone Sant'Olcese

Mister Marco Marras

Mister Marco Marras

Marco Marras è da anni tecnico di scuola calcio e quest'anno segue la leva 2010 del Campomorone Sant'Olcese.

Marco un commento sulla tua leva. 

<<Ho la leva 2010 e sono felicissimo di loro ! Sono ragazzi educati e soprattutto vogliosi di apprendere sempre di più . La soddisfazione mia più grande è vederli migliorare di settimana in settimana!>>

Come si svolge a grandi linee un vostro allenamento ?

<<I primi 15 minuti faccio sempre fare esercizi improntati sulla tecnica ( palleggi , conduzione palla , gesto tecnico a scelta e stop orientati ). In base agli obiettivi della seduta poi svolgo esercitazioni a gruppi che comportano situazioni di gioco che accadono in partita , ora per esempio stiamo curando tanto il possesso/recupero palla , il 2 contro 1 e il 3 contro 2. L'ultima mezz'ora è destinata alla partitella in famiglia dove a parte i primi dieci minuti in cui chiedo di vedere quello che abbiamo fatto durante la seduta li lascio liberi di divertirsi giocando.

Come è nata in te la scelta di diventare allenatore ?

<<Ho cominciato a giocare all'età di 4 anni , ora ne ho 50 , e la passione per il calcio è sempre stata fortissima . Ho cominciato ad allenare nel 2004 seguendo mio figlio e nel trascorrere del tempo ho incontrato svariate persone che mi hanno aiutato a crescere tecnicamente e come persona, tra cui Franco Porcù, Davide Brunello, Giuseppe Ruiu ed Elio Muscas. È per me un piacere immenso insegnare ai bambini/ragazzi tutto quello che ho imparato nel tempo e nei molteplici corsi svolti>> .

L'aspetto migliore e l'aspetto peggiore del ruolo di mister ?

<<L'aspetto migliore è sicuramente il sorriso e la felicità dei bambini alla fine degli allenamenti o delle partite mentre quello peggiore è cercare di salvaguardare i bambini dalla troppa pressione che alcuni dirigenti/parenti gli mettono addosso cercando di farlo diventare il nuovo Ronaldo privandoli del divertimento !>>.

Al CampomoroneSant'Olcese perché...

<<Perché è una scuola calcio d'élite da molti anni in continua evoluzione dove ognuno ha il suo ruolo , ha un impianto d'avanguardia e degli ottimi mister tutti qualificati Uefa . E poi soprattutto perché ti fa sentire all'interno di una grande famiglia!>>

LB

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore