Serie D | lunedì 24 febbraio 2020 13:21
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Serie D | 10 gennaio 2020, 12:57

LIGORNA Davide Sonetti non si nasconde: "E' il momento più duro dei nostri 5 anni in D, ma abbiamo anche la rosa più forte..."

Il ds della terza squadra di Genova risponde senza peli sulla lingua: "Torrice? E' arrabbiato, pensava di stare più in alto... Monteforte? E' il migliore, mai pensato di cambiarlo... Il mio futuro? Sarà il mio ultimo anno qui..."

LIGORNA Davide Sonetti non si nasconde: "E' il momento più duro dei nostri 5 anni in D, ma abbiamo anche la rosa più forte..."

Davide Sonetti, la classifica piange, che succede al Ligorna?

“E' il momento più difficile dei cinque anni della D, i numeri non mentono. Eppure sono convinto che abbiamo la rosa più forte di questi cinque anni, abbiamo l'allenatore più forte della Liguria, ci sono tante cose che non girano. Probabilmente dovremo passare dai playout, se le cose non cambiano, la salvezza diretta è a 5 punti”.

Ti saresti mai aspettato di trovarti in una situazione del genere?

“Dopo i playoff dell'anno scorso, avrei firmato il giorno stesso della finale per il dodicesimo posto nella stagione successiva, cioè questa. Purtroppo l'anno successivo a un grande exploit è sempre difficile, perchè le aspettative sono alte, forse troppo. Comunque sono convinto che ne usciremo”.

Questo sarà l'ultimo anno per te, è vero che vuoi lasciare?

“Penso di si, che veramente questo sia il mio ultimo anno, a meno che non succeda qualcosa di imponderabile. Potevo lasciare anno scorso, non nego che alcune proposte anche allettanti le ho avute, ma sono troppo legato al Ligorna, sono legato a Gallotti, Zunino e Chiarabini, sono legato al presidente, sono legato al mister...”

Ma sarà l'ultimo anno col Ligorna o l'ultimo anno col calcio?

“Guarda, a Genova non mi ci vedo se non al Ligorna, a meno che non mi chiamino Genoa o Samp. Una cosa che potrei fare, sarebbe fare da supporto a Gallotti o Zunino se iniziassero ad allenare, e mi porterei Chiarabini naturalmente, oppure mi piacerebbe un settore giovanile professionistico”.

Il presidente come sta vivendo quest'annata storta?

“Torrice è in linea con il pensiero nostro, ovvero che sia una annata difficile, nonostante una rosa molto forte. E' arrabbiato perchè sperava di stare lassù in cima”.

Avete mai pensato a qualche estremo rimedio?

“Se parli del mister, ti dico che anche il Manchester a un certo punto ha dato l'addio a Ferguson, è successo a tanti club di cambiare allenatore, ma noi non abbiamo mai pensato di cambiarlo, Luca Monteforte è l'allenatore più forte nei dilettanti, sono convinto che il lavoro paga sempre...”

Con Vado, Ligorna e Lavagnese nelle ultime 3 posizioni le liguri di eccellenza e promozione tremano...

“Mi spiacerebbe per tante realtà che meritano di salire vedi Albenga, Imperia e Sestri Levante....”

Prato e Lucchese sembrano avere una marcia in più in questo momento:

“Il Prato ha cinque attaccanti uno più forte dell'altro, la Lucchese ha preso Iadarestra, ma sono convinto che Sanremese e Caronnese arriveranno fino in fondo, e io faccio il tifo per Ascoli...”

Domenica a Caronno impegno durissimo, ma tre vittorie sono poche, bisogna provarci:

“Guarda, l'unica squadra che per un tempo ci ha surclassato è stata la Sanremese, con tutte le altre abbiamo giocato alla pari, purtroppo tanti episodi ci hanno condannato. A Caronno ce la giocheremo senza paura, ma non ti nego che le 6 partite successivo saranno quelle che ci diranno il nostro destino”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore