Promozione | mercoledì 19 febbraio 2020 14:14
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Promozione | 17 gennaio 2020, 13:25

REAL FIESCHI Ecco chi è Ermano Biancardi, il nuovo presidente si presenta

"Ho iniziato ad occuparmi della società da lunedi mattina, dopo aver ricevuto la chiamata di Levaggi. Ringrazio la Federazione, il Comune di Cogorno e tutti coloro che hanno investito tempo e denaro per la nostra causa. Io ho fatto sport in passato in Motonautica e Automoblismo, bisogna cambiare mentalità, il calcio dilettanti si deve ridimensionare"

Ermano Biancardi ha un passato nel settore Motonautica

Ermano Biancardi ha un passato nel settore Motonautica

Ermano Biancardi è il nuovo presidente del Real Fieschi.

Non ancora ufficialmente, ma diciamo ufficiosamente...

Siamo andati subito a sentirlo, per fare chiarezza su una vicenda che ha lasciato tutto il mondo del calcio ligure col fiato sospeso.

Presidente, innanzitutto ben trovato. Allora ci racconta bene cosa è successo?

“La realtà è che il mio predecessore Andrea Levaggi ha deciso di mettere in liquidazione la società, manifestando l'intenzione di non andare avanti per motivi finanziari e personali. C'erano però in ballo una prima squadra e soprattutto un settore giovanile, e, in caso di chiusura, ci sarebbero state grosse difficoltà di nuovo tesseramento per i nostri giocatori. Insomma, abbiamo cercato di uscirne in maniera equa per tutti”.

Come si è arrivati alla svolta decisiva?

“Il mio nome è venuto fuori affiancato a quello di Franco Cicala, ma ci tengo a precisare che lui non avrà nessun tipo di incarico, sarà solo un mio prezioso consulente, in quanto figura che, all'interno del comune di Cogorno, ha fatto tante cose per il calcio e per lo sport. In questa situazione si sono mosse persone ed enti che hanno a cuore la nostra società e specialmente il settore giovanile e i nostri ragazzi. Il Comune ci ha dovuto mettere la faccia, i cittadini potevano tranquillamente fregarsene della nostra situazione, in fondo siamo una società come tante che può nascere e morire, ma la nostra era diventata soprattutto una questione sociale”.

Perchè proprio lei?

“Perchè facevo già parte della società come dirigente di leva juniores, e perchè evidentemente mi hanno ritenuto una persona affidabile, che all'interno del comune di Cogorno potesse dare sufficienti garanzie di continuità.... Io sono un artigiano ma non è questo il punto. La società è stata ricapitalizzata da parte di un gruppo di persone che con il loro intervento hanno fatto in modo che il Real Fieschi continuasse a vivere. Dobbiamo ringraziare anche la Federazione e il Comune di Cogorno e tutte le persone che hanno sacrificato tempo e denaro per questa società. Da parte mia, ci potrò mettere l'esperienza accumulata in tanti anni di sport, ho fatto Motonautica ad alti livelli e sono stato 9 anni presidente di una scuderia automobilistica, la Sport Favale 07.

Quali sono i suoi obiettivi a medio termine?

“Intanto devo dire che tutti quanti i protagonisti di questa vicenda hanno fatto un grande sforzo dal punto di vista dell'impegno, lavorativo e finanziario per arrivare a salvare la società. L'impegno che mi sono preso è quello di portare a fine campionato la prima squadra e il settore giovanile. Del futuro è ancora presto parlare. Di una cosa però sono certo, è arrivato per il calcio dilettanti il momento di ridimensionarsi, non ci possono essere giocatori che prendono più di un allenatore. Come ripeto io sono stato 9 anni presidente di una scuderia, la Sport Favale 07, e sono consapevole che una associazione sportiva si deve prodigare per promuovere lo sport in maniera gratuita!”

Che messaggio si sente di mandare ad Andrea Levaggi, suo predecessore?

“Lo ringrazio per tutto quello che ha fatto, e spero vivamente di riuscire a proseguire nel migliore dei modi il suo lavoro, soprattutto per il settore giovanile. Io non sono un uomo di calcio, sono un semplice tifoso, seguo mio figlio che gioca, non ho altre motivazioni per essere qui”.

Presidente, secondo lei era proprio necessario arrivare a un punto tale (scioglimento della società, ritiro della squadra, penalizzazione, ecc. ecc.) per arrivare a una soluzione?

“Avete fatto la domanda alla persona sbagliata, io del Real Fieschi ho iniziato ad occuparmi solo da domenica scorsa, quando ho ricevuto la chiamata di Levaggi. Da lunedi mattina mi sono impegnato per contribuire a questa operazione”.

Domenica sarete regolarmente in campo?

“In un primo tempo avevamo chiesto il posticipo, e il Little Club ce lo aveva gentilmente concesso. In questo momento saremmo disponibili a giocare anche domenica, ma attendiamo una risposta dai nostri avversari e dalla FIGC”.


Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore