Promozione | martedì 25 febbraio 2020 11:33
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Promozione | 22 gennaio 2020, 13:36

ARENZANO, la linea verde sta dando risultati

Mister Manetti gongola: "Praticamente alleno una Juniores, con 3 giocatori di esperienza a fare da chioccia. Purtroppo abbiamo ogni tanto qualche calo di tensione, ma chi ci snobba, con noi paga dazio. Sarei lusingato di lottare per il quarto posto, ma prima puntiamo alla salvezza"

Manetti con Casali e Marzano

Manetti con Casali e Marzano

L'Arenzano dei giovani non finisce mai di stupire.

La squadra di Manetti è una delle più sbarazzine e impertinenti del campionato, se pensiamo che domenica scorsa in campo il mister ex Genoa aveva ben 8 giovani schierati dall'inizio. Tranne Troiano, Angius e Lanzalaco, tutti gli altri giocatori sono nati dal 1999 in avanti.

La vittoria sul Via Acciaio, firmata Burattini, significa quarto posto:

“Sono soddisfattissimo -commenta Alessandro Manetti- l'obiettivo nostro è fare un punto in più della salvezza. Sono contento ma non mi illudo perchè arriveranno momento duri. Con 8 giovani in campo praticamente alleno una juniores, con qualche vecchio che porta un po' di esperienza. Anzi sono rimasto sorpreso come nella graduatoria della valorizzazione del nostro girone non siamo nei primissimi posti...”

Stai dimostrando che anche con tantissimi giovani si può fare una buona Promozione:

“Quest'anno sapevamo di dover fare di necessità virtù, avevamo già in partenza una squadra molto giovane, ed ero conscio che questi giovani li dovevo modellare, far crescere passo dopo passo. Mi stanno dando grandi soddisfazioni, purtroppo dopo qualche risultato importante abbiamo avuto qualche calo di tensione, e quando noi sbagliamo partita la sbagliamo bene come accaduto con la Praese in casa. Per contro, chi ci snobba, spesso con noi paga dazio”.

Tolte le prime tre, si può puntare al quarto posto?

“Sarei lusingato di poter lottare per il quarto posto, ma sono realista, se ci salviamo abbiamo già fatto qualcosa di eccezionale. I miei ragazzi mi stanno sorprendendo, sapevo che con tre/quattro anziani che potessero trasferire loro un po' di fiducia avremmo potuto fare bene”.

A proposito delle prime tre, chi vedi favorito?

“Da quello che ho visto sul campo il Taggia ha qualcosa in più, ma se vince la Sestrese non mi sorprendo, a nomi sono più forti loro. Il Varazze è la vera sorpresa, può essere l'outsider che non ti aspetti che scombina i piani delle favorite”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore