/ Eccellenza
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Eccellenza | 14 settembre 2019, 17:29

RAPALLORIVAROLESE Intervista a mister Fresia

A poche ore dall'inizio del campionato ecco il pensiero del tecnico genovese

Intervista a mister Fresia tratta dal sito della società www.rapallorivarolese.it

Il Calciomercato si è concluso, e proprio in extremis la Società ha piazzato gli ultimi due colpi di mercato. Sei soddisfatto della campagna acquisti?
Si, sono soddisfatto: ci eravamo posti degli obiettivi e sono stati tutti raggiunti. Ora bisogna trovare l’amalgama giusta e dobbiamo recuperare dagli infortuni che in questo mese di preparazione estiva ci hanno privato di nomi importanti: sto parlando di Romei, che sta recuperando, e Donato, che ha rimediato un problema durante la partita contro il Ligorna.
E’ una rosa completa: sono stati importanti gli ultimi due colpi, mirati, perchè ci mancava un giocatore che desse qualità al nostro centrocampo (Kambo) e un mancino (Bonci): complimenti al Presidente Verrini e al Direttore Generale Abbatuccolo per il mercato intelligente e oculato condotto quest’estate.

Ecco, parlavi di amalgama. Il Rapallo Rivarolese ha unito due realtà diverse. Coesione dunque non solo tra vecchi e nuovi, ma tra Rapallo e Rivarolese. Com’è stato e come sarà lavorare con questo gruppo?
Il mese di preparazione è servito per trovare questa coesione: avendo unito due Società diverse, oltre i “vecchi” e i nuovi innesti, praticamente è stata costruita una squadra ex novo. La Coppa Italia ci è servita a iniziare questo nuovo percorso, come ho detto la rosa è completa e ampia, sono certo che chi giocherà ce la metterà tutta e farà bene.

Acquisti di esperienza, ma anche tanti giovani. Come si sono comportati i nuovi arrivi durante la preparazione (naturalmente, quelli con cui hai già avuto modo di lavorare)?
Hanno lavorato sodo e si stanno integrando bene. Sono arrivati molti giovani, alcuni sono più pronti e hanno subito assorbito e compreso velocemente la mia metodologia, altri invece un po’ più lentamente. Provengono da realtà diverse, molti dei quali da settori giovanili importanti: ma un conto è il calcio giovanile, un conto è “il calcio dei vecchi”: spero comunque di portare tutti sullo stesso livello e al pari degli altri, ma nel complesso sono già molto contento del loro lavoro.

Domani ha ufficialmente inizio la nuova stagione: si parte in trasferta contro il Finale di mister Buttu.
Domani iniziamo un po’ zoppi: Ymeri, Donato, Romei e Chiappe sono assenze importanti, ma sono certo che chi giocherà darà il massimo. Buttu è un tecnico esperto, in avanti sono una squadra forte. Daremo il massimo.

Finale la prima tappa: poi Ospedaletti in casa e Pietra Ligure in trasferta.
Una partenza di campionato difficile: giocheremo tre partite contro tre squadre difficili da affrontare e che solitamente partono sempre a mille.
Abbiamo avuto un mese per lavorare e preparare tatticamente l’esordio, abbiamo ancora da lavorare ma siamo pronti per domani: i ragazzi daranno il massimo.

Che campionato ti aspetti?
A mio parere, le squadre da battere sono Albenga, Imperia e Sestri Levante. Poco sotto vedo noi, la Genova Calcio, l’Ospedaletti e il Baiardo: i neroverdi sono stati la grande rivelazione della scorsa stagione, quest’anno si sono ulteriormente rinforzati.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore