/ Eccellenza
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Eccellenza | 15 gennaio 2020, 00:06

BUON COMPLEANNO E 10 DOMANDE A... ALBERTO PORRO !

Il difensore del Rivasamba oggi compie 25 anni e festeggia... rispondendo alle nostre 10 domande

BUON COMPLEANNO E 10 DOMANDE A... ALBERTO PORRO !

Ciao, 10 domande per il tuo compleanno per www.settimanasport.com

1 Tanti auguri, come festeggerai oggi?

Innanzitutto grazie mille per gli Auguri... Lo festeggierò sicuramente a casa con la mia famiglia e soprattutto con i miei nipotini e poi farò sicuramente qualcosa piu avanti con i miei amici e i miei compagni di squadra.


2 Che regalo chiederesti alla tua squadra?

Come regalo spero semplicemente che tutti i miei compagni che purtroppo durante la stagione hanno avuto dei brutti infortuni si riprendano al meglio e riescano tutti a tornare in gruppo...perché quando siamo tutti insieme ci si diverte veramente tanto che è la cosa fondamentale e poi perché quando siamo tutti insieme siamo una squadra veramente forte che non ha paura di nessuno.


3 Dammi un giudizio sul campionato della tua squadra finora

All'inizio dell'anno se mi avessero detto che saremmo stati quinti in classifica ci avrei messo la firma...ad oggi devo dire la verità la squadra sta facendo un grandissimo campionato però siamo anche consapevoli che potevamo fare ancora meglio perché purtroppo tra infortuni e problemi fisici siamo andati un po in difficoltà...ma nel complesso sono orgoglioso di tutti!.


4 Un passo indietro: nella tua carriera più ricordi, rimorsi o rimpianti?

Nessun rimpianto! Eppure di cavolate ne ho fatte eh!... Mi sono tolto tante soddisfazioni nel mondo del calcio e di sacrifici ne ho fatti parecchi...forse con un pizzico di fortuna in piu e se il calcio fosse un po più "pulito" magari sarebbe potuta anche andare diversamente la mia carriera...ma non rimpiango nulla perché tutte le esperienze positive e negative che porto nel cuore mi hanno portato ad essere la persona che sono ora e a conoscere tantissime persone giocatori e a fare nuove amicizie...e anche se il calcio a volte mi ha fatto star male posso solo dirgli grazie per tutto e ringraziare la mia famiglia che mi ha sempre permesso e sostenuto nel coltivare la mia passione.


5 Fra 10 anni dove ti vedi: sempre sul campo, e in che ruolo?

Direi proprio di sì senza calcio purtroppo non so stare...senza allenarmi senza vivere un gruppo di persone e soprattutto senza quella maledetta domenica non riuscirei ad affrontare la settimana in maniera serena...ruolo sicuramente ancora giocatore la posizione in campo magari potrebbe cambiare


6 Cosa non rifaresti nel tuo percorso calcistico se potessi ritornare indietro

Qualche cavolata magari la eliminerei però come ho detto prima non rimpiango nulla...io alla fine sono questo sono un ragazzo molto sincero e diretto e dico sempre quello che penso a volte purtroppo non nel migliore dei modi.


7 Aggiungi o togli una regola al calcio: cosa sceglieresti?

Il calcio è diventato molto controllato ormai però da un lato anche giusto così forse stiamo un po esagerando con i falli di mano...il calcio è uno sport in cui le braccia sono fondamentali per coordinarsi per correre per tirare e un conto se il braccio è largo ma a volte si danno dei rigori anche quando il braccio è attaccato al corpo.


8 Diventi presidente di una squadra dilettantistica: a chi la faresti allenare e che colori sceglieresti

La farei allenare dai miei fratelli perché anche loro hanno una grande passione anche più di me e sono sicuro che saprebbero trovare il giusto mix di professionalità e divertimento che nel calcio dilettantistico fa la differenza...o giallo e verde come il Brasile o rosso e giallo.


9 Un calciatore di serie A per amicizia viene a giocare nella tua squadra: chi vorresti che fosse?

Non vorrei nessuno di quelli che giocano adesso se potessi giocare insieme giocherei con Ronaldinho anche se ha smesso da qualche anno e ha la pancia ma farebbe quello che vuole lo stesso e mi farebbe sognare...giocatore delizioso


10 Genoano, sampdoriano o.... un giudizio sul momento della tua squadra del cuore

Sampdoriano...ci stiamo riprendendo purtroppo nel calcio professionistico ci sono mille fattori e non è semplice gestirli tutti nè per i giocatori nè per gli allenatori...non saremo la Samp più forte degli ultimi anni anzi... però sono sicuro che usciremo da quella zona pericolosa... L'arma in più è sicuramente l'allenatore...Ranieri è un allenatore con un'enorme esperienza alle spalle e i risultati si stanno vedendo.
Grazie ancora per gli auguri!

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore