/ Prima categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Prima categoria | 04 giugno 2020, 00:05

BUON COMPLEANNO E 10 DOMANDE A... Marco Carparelli!

Il centravanti del Soccer Borghetto oggi compie 44 anni e festeggia... rispondendo alle nostre 10 domande

BUON COMPLEANNO E 10 DOMANDE A... Marco Carparelli!


Ciao MARCO, 10 domande per il giorno del tuo compleanno per www.settimanasport.com


1 Tanti auguri, come festeggerai oggi?

1) Grazie mille... beh vista la situazione che stiamo attraversando e le restrizioni, festeggerò con la famiglia e qualche amico, appena si potrà fare qualcosa più liberamente tornerò al festeggiamento.

2 Che regalo chiederesti alla tua squadra? E come stai vivendo questo momento così difficile per tutti noi?

2) alla mia squadra ho poco da chiedere. Il regalo ce lo siamo già fatti, siamo un gruppo fantastico con alle spalle una società da ammirare. Piuttosto lo vorrei dalla lega, che dichiari ufficialmente la promozione della mia squadra, arrivata prima in classifica. Questo per me che vivo di calcio, inizialmente è stato un momento molto drastico, mi hanno privato di tutto, poi col passare dei giorni ti abitui... i numeri sull’emergenza stanno migliorando, adesso aspettiamo di vedere con l’apertura delle regioni come si evolverà la situazione. Ma spero di tornare ad abbracciare presto i miei compagni dopo un mio goal. Questo mi manca da morire.

3 Dammi un giudizio sul campionato della tua squadra finora

3) come ho già detto siamo la squadra che merita di essere dove si è posizionata in classifica a febbraio. Senza nulla togliere alle altre, abbiamo fatto per quanto ci è stato possibile, tutto quello che c’era da fare. Ci siamo sudati ogni partita per 90 minuti, una come sapete l’Abbiamo anche dovuta ripetere. Sembrava quasi dessimo fastidio in cima a quella classifica. Invece possiamo dire che ce l’abbiamo fatta. I sacrifici della società e della squadra sono valsi a qualcosa.

4 Un passo indietro: nella tua carriera più ricordi, rimorsi o rimpianti?

4) tanti ricordi... ma forse l’unico rimpianto è quello di non essere arrivato in un grande club. Diventare calciatore adesso è molto più semplice di quando lo sono diventato io.

5 Fra 10 anni dove ti vedi: sempre sul campo, e in che ruolo?

5) fosse per me tra 10 anni giocherei ancora! Non so dirti cosa vorrò fare in un altra mia carriera, perché per far l’allenatore ci vuole un tipo di carattere che probabilmente io non ho. Di certo mi piacerebbe entrare in qualche società.

6 Cosa non rifaresti nel tuo percorso calcistico se potessi ritornare indietro

6) non c’è una cosa che non rifarei. Ripeto, per diventare calciatore 25 anni fa, di strada ne dovevi fare. E tutta quella che ho fatto mi ha insegnato e lasciato qualcosa. Porto tutto dentro di me, perché tutto quello che ho fatto mi ha reso un calciatore ma sopratutto un uomo migliore.

7 Aggiungi o togli una regola al calcio: cosa sceglieresti? 

7) toglierei il Var.

8 Diventi presidente di una squadra dilettantistica: a chi la faresti allenare e che colori sceglieresti

8) sono sincero, nei dilettanti ho cambiato molti allenatori e tutti li ho trovati molto preparati.  Ma uno ce n’è uno in particolare che per me è il più completo . È mister Flavio Ferraro. Se diventassi presidente di una squadra, sarebbe il primo ad essere contattato.  Ovviamente  come colori sociali sceglierei il rosso e il blu.

9 Un calciatore di serie A per amicizia viene a giocare nella tua squadra: chi vorresti che fosse?

9) non è facile come può sembrare passare dai grandi palcoscenici alle serie inferiori. Bisogna essere persone umili e non sentirsi superiori a nessuno. Non bisogna sentirsi maestri e stare sul piedistallo. Come nella vita, anche nel calcio c’è sempre da imparare. 

10 Genoano, sampdoriano o.... un giudizio sul momento della tua squadra del cuore

10) nemmeno da chiedere! Genoano fino al midollo. Beh nelle ultime gare il Genoa ha dimostrato con l’arrivo di Nicola di essere sulla strada giusta per potersi salvare. Speriamo dopo questo stop forzato che riprenda da dove aveva terminato. I Genoani non meritato tutti gli anni queste sofferenze.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore