/ Seconda categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Seconda categoria | 28 giugno 2020, 00:01

BUON COMPLEANNO E 10 DOMANDE A... Giacomo Lutero

Il giocatore del Pontecarrega oggi compie gli anni e festeggia... rispondendo alle nostre 10 domande

BUON COMPLEANNO E 10 DOMANDE A... Giacomo Lutero

Ciao, 10 domande per il giorno del tuo compleanno per www.settimanasport.com

1 Tanti auguri, come festeggerai oggi?

1 Ormai è diventato consuetudine festeggiare trascorrendo una giornata in spiaggia insieme agli amici di una vita e rispettive mogli/fidanzate concludendo con aperitivo e cena fuori. Penso che anche quest'anno porterò avanti la tradizione.

2 Come stai vivendo questo momento così difficile per tutti noi?
Questa pandemia ha minato le certezze di ciascuno di noi, ha rivoluzionato il modo di lavorare e di vivere e credo che lascerà un segno profondo. Per chi come me ama fare attività fisica la quarantena è stata molto stressante perché ha tolto la valvola di sfogo per eccellenza, lo sport. Detto ciò mi ritengo comunque fortunato perché la mia famiglia sta bene ed è la cosa più importante.

3 Dammi un giudizio sulla stagione 19/20 della tua squadra
A livello personale non sarà una stagione da ricordare sia per le mie prestazioni abbastanza deludenti sia per l'ambiente pesante che si è creato nello spogliatoio (non mi riferisco ai compagni) e che mi ha visto costretto ad abbandonare la stagione in anticipo rispetto allo stop causato dal covid. Le stagioni così capitano, la precedente è stata di gran lunga più divertente e più proficua dal punto di vista delle reti segnate. L'anno prossimo si riparte con una nuova sfida e con l'entusiasmo di un ragazzino nonostante le 34 primavere.

4 Un passo indietro: nella tua carriera più ricordi, rimorsi o rimpianti?
Tanti tanti bei ricordi, tanti amici conosciuti sui campi e che riabbraccio sempre con piacere, qualche delusione che però mi ha insegnato a vivere e certamente anche un paio di rimpianti soprattutto ripensando alle giovanili nella Samp.

5 Fra 10 anni dove ti vedi: sempre sul campo, e in che ruolo?
Ogni anno penso che forse dovrei smettere ma mi rendo conto che il calcio sia una parte di me che non posso proprio eliminare nonostante i numerosi infortuni in carriera si facciano sentire. Quindi appena sarò in grado di accettare di porre fine alla "carriera" da giocatore mi piacerebbe provare ad allenare anche perché il mio posto è sul campo.

6 Cosa non rifaresti nel tuo percorso calcistico se potessi ritornare indietro
Se potessi tornare indietro vorrei parlare al ragazzino che a 14 anni ha deciso di abbandonare le giovanili della Samp dicendogli di resistere e stringere i denti, di ascoltare il mister ed essere più umile. Purtroppo non posso ma spero di mettere a disposizione questa esperienza per le nuove leve.

7 Aggiungi o togli una regola al calcio: cosa sceglieresti?
Nel calcio dilettantistico sicuramente eliminerei la regola dei giovani obbligatori che ha rovinato più giovani di quanti ne abbia fatti crescere. Chi è bravo gioca lo stesso nonostante nepotismo raccomandazioni o sponsor. E poi il posto da titolare bisogna guadagnarselo non si ottiene per diritto anagrafico.

8 Diventi presidente di una squadra dilettantistica: a chi la faresti allenare e che colori sceglieresti
Sceglierei ad occhi chiusi Enrico Bigeri come allenatore delle giovanili, persona splendida che conosce il calcio che sa fare crescere piccoli uomini. E in prima squadra vorrei Massimo Repetti un presuntuoso (come ama definirsi) che però è sempre un valore aggiunto per quello che trasmette ai suoi giocatori e per il calcio offensivo che pratica.
Sceglierei un sobrio nero/oro come i colori della "gloriosa" squadra aics fondata insieme agli amici storici: il Begato Diamante 🙂

9 Un calciatore di serie A per amicizia viene a giocare nella tua squadra: chi vorresti che fosse?
Aaaaaahhhh da quando Baggio non gioca piuuuuu.....non è più domenica.....

10 Genoano, sampdoriano o.... un giudizio sulla stagione della tua squadra del cuore
Sono sampdoriano anche se non posso dire di essere davvero tifoso, amo il calcio in generale più che una sola squadra. Credo che per entrambe le sponde di Genova sia un anno da dimenticare sotto tutti gli aspetti. Mi auguro di rivedere presto un bel derby con in campo giocatori di talento e con una bella vittoria blucerchiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore