/ Seconda categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Seconda categoria | 17 ottobre 2020, 11:23

LO SFOGO DI PIER RICAGNI "A malincuore, ma dobbiamo fermarci"

Il mister del Don Bosco spiega: "Dispiace da morire non scendere sul campo ma ci stanno mandando in guerra a combattere. Noi lo facciamo per passione e divertimento ma oggi non vedo questi due elementi"

LO SFOGO DI PIER RICAGNI "A malincuore, ma dobbiamo fermarci"

Vista la criticità attuale e le difficoltà con i protocolli, a malincuore dico che la Figc deve fermare il calcio dilettanti!

I professionisti sono pagati profumatamente per giocare, è il loro lavoro, ma noi dilettanti il nostro lavoro, lo studio, il tempo dedicato ai cari sono elementi che nessuno può farci rischiare di privarcene.

I miei giocatori temono innanzitutto non per se stessi ma di portare il virus in casa ai cari, pensano al lavoro ed allo studio che rischiano di saltare.

Ripeto a tutti noi dispiace da morire non scendere sul campo verde ma così ci stanno mandando in guerra a combattere ad ogni allenamento e partita. 

Noi lo facciamo per passione e divertimento ed in questo momento non vedo questi due elementi.

PIER RICAGNI, ALLENATORE DON BOSCO

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore