/ Serie D
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Serie D | 12 novembre 2020, 11:37

SERIE D Anche le squadre dei gironi A, B e C credono nei ‘Giovani D Valore’

Tra i giovani più interessanti c'è il 2002 del Derthona, il genovese Matteo Gualtieri ex Campomorone

Matteo Gualtieri del Derthona

Matteo Gualtieri del Derthona

FONTE: LND.IT

Da vent'anni il Dipartimento Interregionale ha puntato sui quattro under 19 in campo, da nove stagioni, grazie all’iniziativa “Giovani D Valore”, riconosce delle importanti risorse economiche alle società che schierano sul terreno di gioco più calciatori della fascia juniores rispetto alla quota obbligatoria. Pioniere nella promozione dell’utilizzo dei giovani, il Dipartimento, in tempi non sospetti, ha lavorato per riservare un futuro solido alle società della Serie D che hanno risposto con intelligenza alle sollecitazioni istituzionali. Grazie a queste iniziative i sodalizi hanno valorizzato il proprio settore giovanile dimostrando lungimiranza e contenendo i costi di gestione. Un trend graduale ma esponenziale che ha coinciso con i risultati sportivi. Non è raro osservare in testa alla classifica finale dei “Giovani D Valore” squadre che hanno sfiorato la promozione in C. Questi risultati non si ottengono per caso ma con programmazione, ciò che era una regola ora è diventata una prassi felice per tutto il movimento.

Dopo aver scattato un fermo immagine sull’incidenza dei giovani nelle prime giornate di Campionato dei gironi D, E, F, G, H e I è il momento di gettare uno sguardo sul coraggio delle società negli altri raggruppamenti. Sono valutazioni indicative, spunti di riflessione, sarà poi il Dipartimento, come sempre, tramite i comunicati ufficiali a registrare le graduatorie dell’età media e quella dei “Giovai D Valore”.

Nel girone A la capolista Bra vanta un’età media della rosa tra le più basse del Campionato mentre il Borgosesia sta facendo bene con l’organico più giovane del girone. Tra le fila giallorosse Filippo Magnaldi, a soli 17 anni, è titolare fisso. La società vercellese impiega stabilmente quattro 18enni, Marco Bernardo, Lorenzo Monteleone, Francesco Pettinaroli e Davide Rovei. Anche nell’undici della Caronnese si trovano contemporaneamente tre 2002 Niccolò Gualtieri, Christian Costa e Chsritian Maietta.

Il Casale e il Saluzzo vanno oltre con i quattro under 19 Nicholas Cocola, Leonardo Lanza, Federico Romeo e Federico Fontana (per i nerostellati), Andrea Pittavino, Lorenzo Peirano, Andrea Masina e Giacomo Gaboardi (per i saluzzesi). L’Imperia se la gioca con i tre under 19 Fabio Malandrino, Lorenzo Cassata e Luca Travella. Nel Gozzano il 16enne Michael Olabode Kayode è titolare della difesa con un gol all’attivo. Nel Sestri Levante il 2003 Sebastiano Bianchi si è ritagliato uno spazio importante. Quasi tutte le altre società del girone stanno impiegando stabilmente due giocatori classe 2002. Parliamo di Fossano (Samuele Medda e Edoardo Fogliarino), Vado (Riccardo D’Antoni e Nicolas Boiga, tre reti in due), Sanremese (Francesco Pellicanò e Giorgio Gennario), Chieri (Thjis Barcellona e Claudio Mosagna), Pontdonnaz (Carmine Sterrantino e Robert Filip), Lavagnese (Stefano Orlando e Alessandro Bei) e Derthona (Matteo Gualtieri e il 2003 Alessandro Negri). Il giocatore del club valdostano Carmine Sterrantino ha già segnato un gol e sfornato due assist.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore