/ Altri sport
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Altri sport | 17 novembre 2020, 00:01

Elettrostimolatore per i glutei: cos’è e come si usa

Elettrostimolatore per i glutei: cos’è e come si usa

Un elettrostimolatore è un’apparecchiatura in grado di trasmettere leggeri impulsi elettrici a un singolo distretto muscolare. In questo modo si stimola la contrazione delle singole fibre muscolari, quella stessa che avviene durante il movimento. I risultati ottenibili sono reali e duraturi, certo è importante utilizzare gli elettrostimolatori con costanza, ma anche come fossero dei semplici strumenti e non la soluzione unica che ci permette di ottenere una muscolatura tonica e compatta.

Perché usare un elettrostimolatore per i glutei
Un elettrostimolatore glutei è progettato e realizzato in modo da avere elettrodi particolarmente conformati, perfettamente adatti alla stimolazione dei glutei. In pratica volendo un qualsiasi elettrostimolatore casalingo potrebbe essere utilizzato per la stimolazione dei glutei; si tratta però di muscoli ampi e che hanno una conformazione abbastanza particolare. Per questo motivo acquistare un apposito kit di elettrodi, o un apposito elettrostimolatore pensato per i glutei permetterà di ottenere un effetto più completo, sull’intero fascio muscolare.

Funziona davvero?
Ormai da vari decenni gli elettrostimolatori sono utilizzati in ambito sportivo, ma anche in ambito medico. La loro efficacia è comprovata, anche se ovviamente in commercio si trovano prodotti di vario genere. Gli elettrostimolatori utilizzati nelle cliniche, o presso le riabilitazioni di tutto il mondo, sono ovviamente molto più complessi rispetto a quelli di tipo casalingo. I risultati di questi ultimi tendono ad essere più blandi, anche perché ovviamente si deve rendere il dispositivo utilizzabile in modo sicuro anche da un soggetto che non sia appositamente abilitato, come è invece un medico o un fisioterapista.

Costanza e regolarità
La prima questione su cui ragionare è questa: non ci si può attendere che un paio di sedute di ginnastica passiva con un elettrostimolatore per i glutei possa portare a qualche giovamento. Tale utilizzo è specificamente pensato per i modelli di tipo professionale, che si usano soprattutto in occasione di infiammazioni o traumi alla muscolatura. Un paio di sedute di elettrostimolazione da un fisioterapista possono già portare qualche risultato, ma si tratta di qualcosa che esula dall’ambito degli allenamenti. Per ottenere un miglioramento nel tono muscolare con un elettrostimolatore per glutei utilizzato a casa servono varie sedute, da effettuare con una certa costanza.

La ginnastica passiva
Occorre anche comprendere che la ginnastica passiva, quella effettuabile utilizzando un elettrostimolatore per glutei, dovrebbe sempre essere inserita all’interno di un più ampio allenamento, che comprenda anche fasi di ginnastica attiva. Rivolgendosi a un personal trainer si possono ottenere vari consigli sotto questo punto di vista, in modo da costruire un allenamento che comprenda anche l’uso dell’elettrostimolatore. I risultati non tarderanno a farsi vedere e saranno duraturi nel tempo. A patto di non fermarsi completamente non appena si ottiene la tonicità e compattezza che si desidera.

Contro glutei poco tonici e cellulite
Aumentare la muscolatura, renderla più compatta, permette anche di ridurre problematiche antiestetiche che possono affliggere proprio i glutei. L’adiposità localizzata, la cellulite, le zone con poco turgore e leggermente flaccide, si possono eliminare utilizzando l’esercizio fisico e gli elettrostimolatori. Anche qui è una questione di costanza; non stiamo infatti parlando di apparecchiature miracolose, ma di stimolare la muscolatura e svilupparsi ed a tonificarsi al meglio. Un muscolo ben sviluppato ed allenato ha un aspetto estetico più piacevole rispetto al medesimo muscolo privo di allenamento. Si deve poi anche considerare che la massa magra tende a bruciare più calorie rispetto alla massa grassa, questo a parità di dieta e di allenamento. In parole povere: stimolare un muscolo sino a renderlo più tonico aiuta anche a bruciare più calorie. Questo permette, a lungo andare, di mantenere senza problemi la nuova forma fisica ottenuta.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore