/ Calcio
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Calcio | 21 novembre 2020, 09:52

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID - Mattia Cagnetta: "Ognuno è fatto a modo suo, e vive questo sport come meglio crede!"

La voglia del bomber del San Teodoro Ketzmaja di tornare a giocare è tanta: " Io sono uno di quelli che basta giocare va bene, quindi giocare d'estate, ogni tre giorni o ogni due va bene, L importante è giocare a CALCIO"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID - Mattia Cagnetta: "Ognuno è fatto a modo suo, e vive questo sport come meglio crede!"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

Penso che ognuno sia libero di fare quello che crede, ma il mio punto di vista è che se non si può giocare, non si ci deve nemmeno allenare in gruppo! Tutti sappiamo le dinamiche di uno spogliatoio, ed è impossibile per ora allenamenti individuali e cavolate varie E’ meglio chiudere definitivamente per un po’ e ripartire come si deve, che continuare a fare mezze chiusure e portarselo avanti all'infinito

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare?

Sinceramente adesso non vedo nessuno spiraglio, forse quando uscirà un vaccino? Io riprenderei anche ora, ma avendo due figli a casa e un lavoro con partita iva, a ogni dubbio episodio di positività nel gruppo non si ci può ci certo permettere 15 giorni senza lavorare

3) Il format andrà cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

Io sono uno di quelli che basta giocare va bene, quindi giocare d estate, ogni tre giorni o ogni due va bene, L importante è giocare a CALCIO

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

Beh, nel calcio dilettantistico c’è chi gioca solo per soldi, chi non scende di categoria perché, etc etc...

5) Le società come usciranno da questa situazione?

Le società ne usciranno con le ossa rotte, così come tutti i lavoratori che stanno subendo delle chiusure, ma penso che ci si rialzerà, non da subito ma si proseguirà! Bisogna fare tutti un passo indietro, fare sacrifici per la propria società e perché no autotassarsi se c’è bisogno per non fare morire la propria squadra!

6) All’inizio di questa storia c'erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

Io ero uno che spingeva per giocare, e se si potesse nonostante tutti i “pericoli” continuerei a farlo! Ma mi sono dovuto arrendere a una cosa più grande e potente di noi, a uno stato incompetente che non è stato in grado di prendere le giuste accortezze per evitare una seconda epidemia! Con le giuste misure precauzionali, forse oggi tutti saremmo più tranquilli, potremmo lavorare e svolgere la nostra vita più serenamente.

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

Mi aspetto una vita pian piano normale, mancano proprio le cose che prima sembravano scontate (un aperitivo con gli amici, mangiare al ristorante in serenità, abbracciare chi incontri per strada e andare a trovare i propri parenti)

Nel calcio mi aspetto un ritorno graduale ma completo, fatto di spogliatoi, di amicizie e antipatie, di vittorie e sconfitte al 90esimo, di gioia e di dolore, quello per cui giochiamo.

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

Per me il calcio è vita, io lo metto al secondo posto nella mia scaletta, dopo la famiglia! Manca proprio l' ossigeno al pensiero di non poter giocare, io lo vivo così, come una ragione di vita!

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia?

Per me non accadrà mai! Sarebbe splendido, ma la vedo una cosa infattibile! Anche perché se io fossi un calciatore di serie a, detto sinceramente, per quale motivo dovrei farlo? Allora dovrebbero farlo per tantissimi motivi, la fame nel mondo, ricerche per malattie ancora incurabili etc etc.

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto , poca memoria o egoismo ?

Nel calcio c’è tutto quello che hai elencato, il calcio è bello anche perché è un insieme di tutte queste cose! Ognuno è fatto a modo suo, e vive questo sport come meglio crede! Anche perché sennò sarebbe noioso 😅😂.

LB

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore