/ Prima categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Prima categoria | 22 novembre 2020, 01:53

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Maurizio Vargiu della Riese

"Non bisogna dare per scontato che il calcio o altre attività siano meno importanti, perché sarebbe un errore, lo sport in generale fa unire persone, dà un educazione ai bambini, e socialmente è molto importante"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Maurizio Vargiu della Riese

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

Visto l'inizio di campionato dove le partite rinviate erano tantissime, è stato giusto fermarsi, di conseguenza fermare gli allenamenti,  allenarsi senza una data di inizio non ci vedo un senso, speriamo che passi il peggio e di poter riprendere il prima possibile. 

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare? 

Penso che con queste regole la vedo dura riprendere nel breve, se inizieranno a vaccinare magari per febbraio si potrà ripartire. 

3) Il format andrà cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

Per una regolarità dei campionati bisognerebbe fare in modo di disputare la regolare stagione, visto anche l'anno scorso, ma considerato che siamo dilettanti e si lavora in settimana più in là si inizierà e più sarà difficile disputare tutte le giornate. 

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

Spero e non credo sia così,  penso che a questi livelli si giochi per divertimento, ovvio che se si riesce a giocare e si prende il rimborso fa piacere, ma non credo che sia la cosa fondamentale. 

5) Le società come usciranno da questa situazione?

Ne usciranno a fatica, credo che le società meglio gestite, che negli anni sono state più attente a fare le cose per bene possano comunque farcela, di sicuro ci vorrà una mano dalla Federazione. 

6) All’inizio di questa storia c'erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

Mah, io ho cercato di essere sempre realista, sapendo che la situazione sarebbe stata dura con un arrivo dell'inverno ed il periodo delle influenze, ora penso che per tornare alla completa normalità bisogna aspettare l'arrivo del vaccino. 

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

Mi aspetto che si possa tornare alla vita di sempre, sicuramente con tutte le problematiche che si lascerà dietro questo periodo, oltre che nel mondo calcistico anche nel mondo del lavoro. 

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

Io penso che il calcio nella mia e nella vita di chi ama questo sport sia importante, e così qualsiasi sport per ogni atleta, ovvio che bisogna darsi delle priorità però allo stesso tempo, non bisogna dare per scontato che il calcio o altre attività siano meno importanti, perché sarebbe un errore, lo sport in generale fa unire persone, dà un educazione ai bambini, e socialmente è molto importante. 

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia ?

Sarebbe una cosa bella ma la vedo dura che si realizzi. 

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto ,poca memoria o egoismo ?

Penso che nel calcio si trovino un po' tutte queste cose, come del resto nella vita, fa parte del gioco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore