/ Terza categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Terza categoria | 22 novembre 2020, 23:36

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Luca Chicone

Il bomber del Rapid Nozarego: " Il calcio dilettantistico è bello così, anche con le sue imperfezioni"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Luca Chicone

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

1) allenarsi ora in questo tipo di situazione non credo sia una cosa giusta perchè per me non esiste, nel concetto di squadra, l’allenamento individuale. Purtroppo la situazione è surreale ma senza prospettive ancora di un possibile inizio è meglio “caricare le batterie".

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare?

2) onestamente credo che ora si debbano risolvere problemi molto più importanti che pensare all’inizio di un campionato. Il nostro girone, essendo di 12 squadre, possiamo tranquillamente iniziarlo anche più avanti ma ora non so dare previsioni su quando tutto questo sarà possibile.

3) Il format andrà cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

3) bisognerà sicuramente trovare una soluzione che accontenti tutti, sarà molto difficile ma credo che nel caso l’unica maniera possibile sia giocare anche durante la settimana.

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

4) io parlo per me personalmente e vorrei giocare perché amo questo sport, ci siamo fissati degli obbiettivi con la squadra e io personalmente che vorrei raggiungere. Per me parlare di soldi, soprattutto nella categoria in cui gioco, lo trovo assurdo. 

5) Le società come usciranno da questa situazione?

5) tutto questo danneggia sicuramente tutte le società, molte delle quali vanno avanti con pochi spiccioli. In molte categorie solo la passione e la voglia di rimboccarsi le maniche possono essere di vero aiuto, sperando che la Federazione venga incontro a tutte le società per ciò che riguarda iscrizioni e varie cifre da pagare durante l’anno.

6) All’inizio di questa storia c'erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

6) credo che la situazione sia sempre  più o meno la stessa, dove probabilmente hanno perso un po’ quota gli ottimisti..io continuo ad essere un ottimista e vivo nella speranza che tutto questo finirà presto.

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

7) per me i primi problemi nel calcio dilettantistico questa stagione, dagli allenamenti alle amichevoli, sono stati difficili da superare ma piano piano stavo cercando di adattarmi. Sicuramente la normalità è un punto lontano, ma come primo obbiettivo mi prefisso di potermi tornare ad allenare con i miei compagni perche questa é la cosa più magica del calcio: la squadra, lo stare insieme, lo spogliatoio.

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

8) Per me il calcio è una linfa vitale che ora viene a mancare ma questo sacrificio che stiamo facendo adesso è anche fatto per poi poterlo tornare a praticare nel miglior modo possibile.

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia ?

9) purtroppo è utopia in un mondo dove domina l’egoismo, dove chi più ha più vuole avere e meno dare. Dal punto di vista umano sarebbe qualcosa di eccezionale ma purtroppo credo resterà solo utopia.

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto , poca memoria o egoismo ?

10) credo che, nel bene e nel male, sia l’insieme di tutte queste cose. Il calcio dilettantistico è bello così, anche con le sue imperfezioni.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore