/ Promozione
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Promozione | 26 novembre 2020, 20:12

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Simone Ferrandi

Il DG del Borzoli: "Penso che ci sarà un grosso ridimensionamento. Il dopo epidemia vedrà meno sponsor e meno liquidità. Ci sarà bisogno di molti aiuti, sennò molte società saranno costrette a chiudere i battenti"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Simone Ferrandi

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

1 Penso che in queste condizioni non si ci possa allenare, l'utilizzo degli spogliatoi soprattutto con l'arrivo del primo freddo è fondamentale.

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare?

2 Penso che se ne riparlerà non prima del 2021, auspico il prima possibile, mi sbilancio e dico Febbraio

3) Il format andrà cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

3 Penso che si debba fare in modo di arrivare fino in fondo rinunciando ad eventuali play off e play out. Ovviamente senza gravare troppo sulle società e i tesserati.

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

4 Penso che molti giocatori in un certo qual modo facciano affidamento sui rimborsi mensili. Ma sono convinto che nelle nostre categorie conti ancora molto la passione di stare in gruppo e provare certe emozioni che solo il campo può darti.

5) Le società come usciranno da questa situazione?

5 Penso che ci sarà un grosso ridimensionamento. Il dopo epidemia vedrà meno sponsor e meno liquidità. Ci sarà bisogno di molti aiuti, sennò molte società saranno costrette a chiudere i battenti.

6) All’inizio di questa storia c'erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

6 Qui il mio amico Fioretti e il resto dello staff direbbe "Ferrandi pessimista sicuro" e sono sincero nel dire che a Febbraio dell'anno scorso fui il primo a capire che la situazione non era più gestibile. In questo momento sono più attendista, e speranzoso che tutti i sacrifici che stiamo facendo portino ad una riapertura già nei primi mesi del 2021.

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

7 Una pandemia non può che cambiarti, rimarremo sicuramente segnati. Cambieranno molte abitudini e cambierà anche il mondo del lavoro.  Ma penso che il calcio, quando ripartirà, non avrà grossi stravolgimenti!

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

8 Molte persone se ne sono andate, una grossa fetta della generazione dei nonni non c'è più. Davanti a questo, alla perdita del lavoro e ad una crisi economica che probabilmente si accentuerà anche dopo la fine della pandemia penso che il calcio dei dilettanti sia in secondo piano. Ma la passione che abbiamo questo sport sarà la miccia che come detto prima ci farà ripartire forti come prima.

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia ?

9 Utopia, i calciatori professionistici vivono in una realtà tutta loro. Sono solo parole gettate al vento...

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto , poca memoria o egoismo ?

10 Penso che ci sia una raccolta di tutto un po'. Credo che il rispetto non debba mai mancare, credo che lo sport sia solidarietà, vedo però molto invidia, soprattutto dettata dai risultati positivi che ognuno di noi può ottenere. Ma questi sentimenti non esistono solo nel calcio, sono caratteristiche che contraddistinguono la maggior parte di noi nella vita di tutti i giorni.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore