/ Prima categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Prima categoria | 27 novembre 2020, 11:30

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Giuseppe Mangiatordi

L'allenatore del San Bernardino: "Se si riparte si deve avere la quasi certezza di arrivare in fondo senza modificare il format altrimenti facciamo dei bei tornei estivi e a Settembre si riparte"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Giuseppe Mangiatordi

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

Ognuno in propria coscienza è libero di fare quello che meglio crede, noi non ci alleniamo per il momento. Oltre il problema dell’allenamento individuale il grosso ostacolo sono la chiusura degli spogliatoi. In pieno inverno non lo reputo sensato andare via dall’ allenamento senza aver fatto la doccia.

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare?

Credo non a breve, vedo ancora troppe cose poco chiare. Per esempio, come ci comporteremo se uscirà un positivo in squadra? Dopo la partita di campionato con il Pieve Ligure un nostro calciatore è risultato positivo. Il giorno stesso avviso il mio medico curante e vengo messo in quarantena. Dopo circa 3 gg incomincio ad avere la febbre e mal di testa. A farla breve, risulto anche io positivo, sto a casa un mese e tutta la mia famiglia viene colpita sia direttamente che indirettamente. A questo punto chiedo, se si riparte, è un giocatore risulterà positivo (cosa più che probabile) dovro’/dovremo fare nuovamente tutta questa trafila? Qualcosa in merito è cambiato oltre che ipotizzare calendari e format dei campionati?? Questo è un problema reale e a mio giudizio solo parzialmente affrontato.

3) Il format andrà cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

Se si riparte si deve avere la quasi certezza di arrivare in fondo senza modificare il format altrimenti facciamo dei bei tornei estivi e a Settembre si riparte.

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

Problema da noi non toccato perchè nessuno prende il rimborso.

5) Le società come usciranno da questa situazione?

Sicuramente alcune società avranno dei problemi ma credo che se si è lavorato bene facendo il passo lungo come la propria gamba non ci saranno problemi insormontabili.

6) All’inizio di questa storia c'erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

Con realismo, il problema c'è e non sarà facile uscirne.

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

Quando si tornerà sarà tutto come prima, questo è il bello dello sport.

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

Il calcio per me è una parte importante della vita ma devo sempre pensare che a dare da mangiare alla mia famiglia è il mio lavoro non certamente lo sport.

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia ?

Adani lo stimo come persona e come professionista, belle parole sicuramente condivisibili ma cadute nel vuoto. Se non ci sono interessi non si muove niente.

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto , poca memoria o egoismo ?

C'è un po' di tutto come nella vita, io tramite il calcio ho conosciuto un sacco di brave persone, alcune diventate amici con la A maiuscola.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore