/ Calcio
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Calcio | 28 novembre 2020, 14:37

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Gigi Marraffa

Il procuratore della BSM: "Spero in un ritorno graduale verso la normalità, perché purtroppo si stanno togliendo, soprattutto per alcuni ragazzi, gli anni fondamentali per la crescita a livello sportivo"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Gigi Marraffa

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

Giusto allenarsi seguendo i protocolli 

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare?

Penso che dall’Eccellenza in giù si riprenda verso Febbraio, me lo auguro di cuore 

3) Il format andrà cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

Secondo me basterebbe posticipare la fine della stagione. Quasi sempre si programma la fine del campionato verso fine Aprile, penso che arrivare a giocare a fine giugno, con la bella stagione tra l’altro non sia un qualcosa da scartare

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

Penso che chiunque giochi a calcio lo faccia per passione, ma non bisogna neanche essere ipocriti perché ogni ragazzo quando fa un accordo per percepire un determinato rimborso è normale che ci conti e possa far comodo

5) Le società come usciranno da questa situazione?

Le società avranno sicuramente bisogno dell’aiuto dalle istituzioni perché altrimenti faranno fatica ad alzarsi e senza il calcio dilettantistico non può esistere quello professionistico. Inoltre mi auguro non siano sempre  ostacolate con protocolli talvolta assurdi e senza logica 

6) All’inizio di questa storia c’erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

Io non sono un negazionista, ci mancherebbe altro, il virus esiste, ma questo non vuol dire non ragionare, non analizzare o farsi condizionare da alcune notizie faziose. Credo che ognuno di noi abbia un cervello ed è giusto che lo usi, in Italia ahimè nelle televisioni parlano un po’ tutti tranne chi dovrebbe, e trovare le opinioni dei veri esperti diventa sempre più difficile, probabilmente perché è più comodo così.....

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

Spero in un ritorno graduale verso la normalità, perché purtroppo si stanno togliendo, soprattutto per alcuni ragazzi, gli anni fondamentali per la crescita a livello sportivo 

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

Il calcio è sempre stato parte della mia vita, lo è tutt’ora e lo sarà in futuro. Il calcio insieme alla mia famiglia e la mia vita, e ad oggi rappresenta una delle tante “AZIENDE” colpite da questo virus e di conseguenza da  queste restrizioni. Sicuramente ci sono problemi più gravi, ci mancherebbe altro, ma non per questo non bisogna cercare di risolvere quelli che colpiscono il Calcio o comunque altre attività.

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia ?

Sarebbe bellissimo, ma credo sia utopia. Belle le idee ma dovrebbero essere accompagnate dai fatti...

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto , poca memoria o egoismo ?

C’è un mix di tutto, come nella vita. Io sono riuscito a coltivare grandi amicizie, e dopo tanti anni sono rimaste intatte e di quello ne vado orgoglioso. Poi ovviamente non posso negare che da parte di alcuni ci sia anche molta invidia....

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore