/ Calcio
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Calcio | 01 dicembre 2020, 17:35

25 ANNI DI SETTIMANA SPORT L'intervento di Andrea Lazzara

"Mi permetto di intromettermi nei doverosi festeggiamenti per Settimana Sport con un saluto e un ricordo di cosa questa testata, questo gruppo di amici, ha rappresentato anche nella mia carriera"

25 ANNI DI SETTIMANA SPORT L'intervento di Andrea Lazzara

Settimana Sport compie 25 anni di vita e festeggia i mille numeri del Secolo del Lunedi, di cui cura le pagine dei dilettanti. 

Nell'ambito di questa settimana dedicata ai ricordi, siamo onorati di ospitare anche un intervento dell'amico e collega Andrea Lazzara, che a Settimana Sport è sempre stato vicino sia per motivi giornalistici che per motivi calcistici, quando era dirigente del Sestri 2003.

Mi permetto di intromettermi nei doverosi festeggiamenti per Settimana Sport con un saluto e un ricordo di cosa questa testata, questo gruppo di amici ha rappresentato anche nella mia carriera.

Già, perché al di là dell’amicizia che mi lega a Paolo Dellepiane e al fatto che con Luca Ghiglione eravamo anche compagni di Università (Scienza Politiche, avvio nel 1991, siamo vecchi!) a Settimana Sport sono legati due momenti della mia vita professionale.

Il primo è quello che, nel 2001, mi portò a condurre, a Telecittà, Domenica Gol: la tv voleva, infatti, mettersi in concorrenza rispetto a chi (Telegenova), da sempre faceva la trasmissione per seguire le partite di Genoa e Sampdoria e decise di affidarla a me.

Cast di prim’ordine: Romeo Benetti, Roberto Pruzzo, il mio povero amico Franco Rotella, qualche volta anche Gianpiero Ventura e Attilio Perotti.

E poi voi: infatti nella stagione 2001-2002 lanciammo i collegamenti telefonici con i campi dei dilettanti.

E così’ conobbi, “per voce”, al telefono, persone che sarebbero diventati poi anche colleghi: Gilberto Volpara (che per qualche mese è stato anche mio Direttore a Primocanale), Alessandro Pintimalli, Matteo Scala, Gianpaolo Pastorino, Simone Arveda, Matteo Cileone e mi scuso se altri li dimentico.

Un’esperienza bellissima, che rendeva la trasmissione un vero gioiellino di copertura televisiva calcistica (ed era seguita, non è che tutti all’epoca avessero Tele +…).

L’altro incrocio è, invece, durato 5 anni, il tempo della mia esperienza come dirigente nel Sestri 2003: un ricordo incancellabile, persone splendide, momenti di gioia, altri di rabbia e delusione ma soprattutto tanta passione vera.

E Settimana Sport c’era, sempre, anche lei, anche voi, con passione. Una passione che speriamo riesca a valicare la pandemia per “esplodere” più forte di prima.

Sempre con Settimana Sport in prima fila. Evviva Settimana Sport!

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore