/ Terza categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Terza categoria | 02 dicembre 2020, 10:28

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Renato Ferrari

Il presidente del Ponente FC: "In un modo o nell'altro penso sia giusto arrivare in fondo e fare in modo che il campionato e le coppe si giochino trovando una soluzione che possa essere anche la suddivisione in gironi"

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID Risponde Renato Ferrari

10 DOMANDE (SCOMODE) AI TEMPI DEL COVID.

1) Giusto allenarsi o non allenarsi chi ha ragione ?

1) sarebbe giusto allenarsi perché, come ha anche il presidente LND, i ragazzi devono avere uno sfogo ed allenamenti e unione di squadra non può che essere una cosa positiva per loro, fermo restando che tutti dobbiamo rispettare le disposizioni di sicurezza dettate dalle istituzioni.               

2) Sincero: quando pensi si riprenderà a giocare?

2) per la ripresa spero che entro gennaio si possa ricominciare.                               

3) Il format andrà cambiato per accorciare la stagione o si deve fare di tutto per arrivare in fondo ?

3) in un modo o nell'altro penso sia giusto arrivare in fondo e fare in modo che il campionato e le coppe si giochino trovando una soluzione che possa essere anche la suddivisione in gironi.                                         

4) Pensi che qualche giocatore voglia allenarsi o giocare anche o solo per i rimborsi ?

4) non penso che i giocatori pensino ai rimborsi perché la voglia di tutti è quella di giocare e divertirsi                    

5) Le società come usciranno da questa situazione?

5) le società dovranno stringere i denti e con l'aiuto delle istituzioni potranno arrivare al traguardo prefissato. Economicamente la situazione è difficile per tutti ma bisogna pensare positivo sempre.                       

6) All’inizio di questa storia c'erano gli ottimisti, i pessimisti, i negazionisti. Poi un po' tutti ci siamo arresi (chi più chi meno) alla realtà. Ora come la vedi?

6) come ho già detto prima bisogna essere positivi e quindi ottimisti perché così si alimenta la speranza che tutto questo finirà e si potrà tornare ad una vita normale e serena                                      

7) Che vita e che calcio ti aspetti quando si tornerà , speriamo presto , alla normalità o pseudo tale?

7) spero che questa pandemia possa essere sconfitta presto, anche grazie al vaccino ed al rispetto delle regole da parte di tutti. Sicuramente alla ripresa bisognerà stare tutti molto attenti ma questo non deve impedirci di vivere al meglio questa nuova avventura per la nostra società e per i nostri ragazzi.      

8) Questo periodo ti sta facendo pensare all’importanza del calcio nella tua/nostra vita o viceversa alla sua nullità rispetto a problemi più gravi?

8) il calcio non deve essere un problema, è un gioco è un'unione di persone che amano questo sport. Molti possono pensare che se ne può fare a meno e che, come in questo momento di emergenza sanitaria, ci sono cose più importanti. Ma la nostra categoria, come tante altre a livello dilettantistico, serve per creare un qualcosa  di importante, una base di crescita per i nostri ragazzi ma anche per noi dirigenti.      

9) Adani dice ai prof tassiamoci del 5% per i dilettanti ... utopia ?

9) rispetto il parere di Adani ma non penso sia possibile a livello dilettantistico dove economicamente le società nascono, vivono e crescono grazie all'aiuto di piccoli sponsor, di amici e conoscenti e dalla passione dei dirigenti e dei ragazzi.         

10) Nel calcio dilettanti c è più solidarietà , invidia, riconoscenza , rispetto , poca memoria o egoismo ?

10) nel calcio dilettantistico c'è molto rispetto, agonismo e voglia di giocare e stare in gruppo. È una piccola famiglia che cresce ogni giorno insieme.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore