/ Calcio
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Calcio | 26 gennaio 2021, 09:03

BUON COMPLEANNO E 10 DOMANDE A... Gianluca Piazza

L'ex difensore di Pontedecimo, Sestrese, Busalla e Grassorutese oggi compie gli anni e festeggia... rispondendo alle nostre 10 domande: "Il più brutto ricordo è la sconfitta ai rigori nello spareggio per non retrocedere Pontex-Grassorutese, soprattutto sapendo che avevi qualcuno in squadra che aveva giocato contro"

BUON COMPLEANNO E 10 DOMANDE A... Gianluca Piazza

Ciao, 10 domande per IL GIORNO DEL TUO COMPLEANNO per www.settimanasport.com

1 Tanti auguri, come festeggerai oggi?

Intanto ti ringrazio del pensiero.. beh festeggerò coi miei amici d’infanzia, una consuetudine, ma è il passare del tempo con loro ridendo.. è il regalo più bello.

2 Come stai vivendo questo momento così difficile per tutti noi?

Beh l’anno scorso è stato tosto, le nostre vite rivoluzionate e limitate.. sembrava di essere in tempo di guerra.. Fortunatamente per me, abitando in campagna mi sono dedicato all’orto e ho scoperto un mondo…  il lavoro non manca meno male.. e il tempo “libero” lo dedico ai figli e agli amici.. e quando ci danno la possibilità di giocare un po' a pallone.. mi godo gli amici della Pedemover, con Tuttino, Biggi e Mister Maggiali ecc..

3 Un passo indietro: nella tua carriera calcistica più ricordi, rimorsi o rimpianti?

Beh se guardo indietro, da giovane.. ho fatto tutta la trafila nella Samp, un po' ci avevo creduto.. Dopo l’infortunio al ginocchio e alla caviglia e passata la delusione devo dire che nei dilettanti mi sono divertito parecchio.. ho conosciuto tanta gente e spero nel mio piccolo di aver dato qualcosa..

Ho tanti ricordi belli e tante emozioni che mi porto dentro.

Qualche anno fa, quando mi era tornata la voglia di mettermi in gioco, prima della prima partita mi ricordo l’emozione negli spogliatoi.. nell’allacciarmi le scarpe, nel fare tutti i gesti scaramantici che mi accompagnavano da una vita.. solo chi ha giocato può capirlo..

4 Qual e' la squadra a cui sei rimasto più affezionato?

Sicuramente il Busalla, perché lì, dopo tanto girovagare, ho trovato un calcio pulito. Una famiglia.. Dal presidente Aloi a tutti i dirigenti e accompagnatori e dai miei compagni.. uno per l’altro tutti amici.. e poi c’era il capitano e grande amico Ottoboni.. una leggenda. Poi la Grassorutese e la Sestrese.. ero un ragazzo innamorato dei quei colori dei Boys sugli spalti e di giocatori incredibili per un ragazzo uscito dal settore giovanile.. Giocatori come Balboni, Sisinni, Jurman, Bevilacqua fenomeni sia in campo che fuori..

5 Tra 10 anni dove ti vedi: ancora “sul campo”, e in che ruolo?

Mi piacerebbe fare qualcosa.. allenare. Ma mi sembra ormai una cosa molto difficile. Però mio figlio che gioca nella Pro Pontedecimo, difensore come me, un altr’anno fara’ la terza categoria al posto della juniores e vorrebbe che tornassi a giocare con lui.. due Piazza dietro.. sarebbe un sogno, una cosa bellissima ma la vedo dura..

6 Qual è la cosa piu bella e importante che hai imparato o che ti ha lasciato il mondo del calcio? E la piu brutta?

La cosa più bella sono i legami, l’educazione. Educazione nel senso di scuola di vita, del rispetto, che almeno ai nostri tempi c’era. Rispetto del mister, dell’avversario, anche se ti sei picchiato tutto il tempo durante la partita.. negli arbitri, anche se con loro a volte avevo difficoltà.

Gli interessi che girano adesso.. allenatori che per allenare portano sponsor. Pseudo procuratori che curano squadre e giocatori.. rovinano un po' la magia.. il più brutto ricordo è la sconfitta ai rigori nello spareggio per non retrocedere Pontex-Grassorutese, soprattutto sapendo che avevi qualcuno in squadra che aveva giocato contro...

7 Aggiungi o togli una regola al calcio: cosa sceglieresti?

Mi piacerebbe che ci fosse un cartellino arancione.. con una sospensione dal gioco per 10 minuti.. il calcio è fatto di contatti e di contrasti.. ormai sembra di giocare a calcetto.. si vedono davvero una quantità di cartellini senza senso.. Menomale che non gioco adesso..

8 Diventi presidente di una squadra dilettantistica: a chi la faresti allenare e che colori sceglieresti

I colori non so.. la maglia più bella del mondo è già occupata.. mi piacerebbe farla allenare da Pertusi.. Grandissimo giocatore e grandissimo uomo.. Anche se Gianni Cannistrà sta facendo molto bene… bella lotta.

9 Un calciatore di serie A per amicizia viene a giocare nella tua squadra: chi vorresti che fosse?

Ci sono davvero tanti che prenderei.. ma come uomo prenderei Viviano.. ti racconto una cosa.. Quando mi sono separato ed era tutto un casino, il mio amico Juanito mi ha preso a lavorare al Maa Beach e li ho conosciuto Viviano.. Parlando con lui e dicendogli che mio figlio era in crisi per la separazione ha preso il telefono in mano e gli ha fatto un video messaggio.. devo dire che questo gesto fatto così e stato davvero di una umanità incredibile..

10 Genoano o sampdoriano o.... un giudizio sulla stagione della tua squadra del cuore

Samp come mio papà.. beh la squadra non è male anche se dietro mamma mia manca davvero un leader.. con Candreva e Augello mancava davvero un centravanti che sappia fare dei gol di testa.. adesso è arrivato Torregrossa che a me piace molto.. speriamo di toglierci delle soddisfazioni

Grazie del pensiero!!!

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore