/ Serie D
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Serie D | 22 febbraio 2021, 10:22

Serie D: incredibile, la Lavagnese costruisce, il Casale segna e vince

Il resoconto dell'ufficio stampa bianconero

Serie D: incredibile, la Lavagnese costruisce, il Casale segna e vince

Al Palli la Lavagnese imposta, costruisce, gestisce palla, ma alla fine è il Casale a buttarla dentro e per ben tre volte.

Una gara sfortunata oggi contro il Casale per i ragazzi di mister Ranieri che in una leggera nebbia partono con il piglio giusto ma sono costretti già al 9' a raccogliere la palla infondo alla rete per merito di Coccolo che raccoglie palla al limite dell'area e scarica un preciso fendente nell'angolino basso dove Boschini non riesce ad arrivare.

La Lavagnese però non vacilla e prova la conclusione al 10' con D'Orsi e al 12' con Alluci ma entrambi i tiri vengono respinti dalla difesa piemontese. Ogni volta che la Lavagnese prova a ripartire subisce fallo e finalmente al 19' ne fa le spese Poesio che trattiene per l'ennesima volta Cantatore. Al 22' Bettoni riceve palla sulla sinistra e di prima intenzione scarica nel sette dove Boschini arriva compiendo una parata strepitosa, poi anche Bettoni e D'Orsi finiscono sul taccuino del direttore di gara Selvatici di Rovigo.

Al 35' ancora D'Orsi prova la conclusione velenosa non impensierendo più di tanto l'estremo Drago. La prima frazione si chiude così senza particolari sussulti se non quello della rete nerostellata.

Nel secondo tempo al 51' Colombi si smarca in area e si presenta a tu per tu con Boschini che lo ipnotizza bloccandogli la conclusione da distanza ravvicinata, un minuto più tardi D'Orsi lascia il posto ad Addiego Mobilio.

Al 62' Poesio calcia a rete costringendo Boschini alla deviazione in corner, pochi minuti dopo ancora Poesio sfrutta l'uno due con un compagno e complice la non precisa uscita di Boschini calcia a rete, Di Lisi si trova sulla traiettoria ma sfortunatamente spizza la palla indirizzandola in rete e trovando il raddoppio proprio nel miglior momento bianconero.

Due minuti più tardi arriva anche il 3-0 grazie all'azione personale di Coccolo che da posizione defilata trova chirurgicamente l'angolino basso alla destra del numero uno bianconero.

Poi il gran numero di cambi frammenta la partita, entrano infatti in campo Rovido per Tripoli, Franchini per Colombi, Guida per Todisco, Bei per Cantatore, Di Vittorio per Profumo, M'Hamsi per Poesio, Lewandowski per Mullici e Cocola per Coccolo, nel mezzo il tiro in porta di Franchini all'85' che richiama Boschini all'attenzione e la conclusione di Addiego Mobilio al 92' che non inquadra la porta.

Alla fine il 3-0, per quanto troppo pesante e immeritato, costringe la Lavagnese a guardarsi le spalle e a vivere l'incontro di mercoledì al Riboli contro l'Arconatese come uno scontro diretto da vincere anche nell'ottica dei successivi due turni in trasferta sui campi di Legnano e Gozzano.

Nonostante tutto il gruppo è unito più che mai e c'è la consapevolezza di avere i mezzi per risollevarsi subito, Ranieri ha la fiducia incondizionata della società e della squadra, adesso bisogna solo lavorare pensando a breve termine.


CASALE : Drago, Todisco (78' Guida), Nouri, Raso, Cintoi, Bettoni, Mullici (86' Lewandowski), Poesio (81' M'Hamsi), Colombi (75' Franchini), Coccolo (89' Cocola), Romeo.

A disposizione Tarlev, Graziano, Fontana, Lanza. All. Francesco Buglio.

LAVAGNESE: Boschini, Oneto, Profumo (81' Di Vittorio), Bacigalupo, Di Lisi, Cantatore (80' Bei), Alluci, Buongiorno, D'Orsi (52' Addiego Mobilio), Tripoli (70' Rovido).

A disposizione Bova, Orlando, Bagnato, Rossini, Romanengo. All. Vincenzo Ranieri.


Arbitro: Luca Selvatici di Rovigo.

Assistenti: Giovanni Boato di Padova e Aleksander Ferhati di Latina.

Ammoniti al 19' Poesio, al 24' Bettoni, al 25' D'Orsi.

Possesso palla 41 - 59 %

Tiri (in porta) Casale 6 (6) - Lavagnese 6 (4).

Calci d'angolo 3 - 8.

Falli commessi 20 - 11.

Reti: 9' Coccolo, 65' Di Lisi (autorete), 67' Coccolo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore