/ Seconda categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Seconda categoria | 01 marzo 2021, 10:52

VOTA I MAGNIFICI 7 - Le nomination di Nicolò Scarlasetta

Il giocatore/dirigente del RUPINARO ci invia i suoi 7 preferiti di sempre (allenatore, dirigente, arbitro, portiere, difensore, centrocampista e attaccante) che concorreranno per la classifica finale.

VOTA I MAGNIFICI 7 - Le nomination di Nicolò Scarlasetta

Parte la nuova iniziativa di Settimana Sport, VOTA I MAGNIFICI 7.

Leggi qui il regolamento

Chi non vuole rendere note le proprie preferenze, rimarrà anonimo. Chi invece avrà piacere di farle pubblicare, le troverà inserite nel nostro sito.

ECCO LE PREFERENZE DI NICOLO' SCARLASETTA

Ciao, vi mando per me i migliori 7 di sempre del calcio ligure. Parto dal presupposto che io conosco per lo più la zona del Levante Ligure per cui mi baso su questa terra per le mie nomination.

Portiere: Cesare Dondero, ne ho sempre sentito parlare bene e le pochissime volte che l'ho visto giocare mi ha impressionato.

Menzione particolare a Emanuele Cordano, portiere del Rupinaro, considerato da molti addetti ai lavori di qualche categoria superiore la nostra.

Difensore: Lanati, mi ha impressionato tantissimo quando abbiamo giocato contro l'anno scorso a Carasco. Un colpitore di testa impressionante.

Menzione particolare a Gianluigi Scattolini e Nicola Carpicci, miei ex-compagni al Rupinaro, per il loro posizionamento, la furbizia, l'intelligenza tattica e per l'esperienza.

Centrocampista: Gerardo Di Dio, ora fa l'attaccante ma io lo posiziono a centrocampo perchè ha le qualità per giocare ovunque. Tecnica, goleador e carisma da leader. Un capitano vero in campo e fuori.

Menzione particolare a Sergio Pimentel, Filippo Parente e Marco Macchiavello. I primi due sono stati ex-giocatori professionisti con la quale ho avuto il piacere di giocare all'Arenelle e al Rupinaro, mentre Marco è semplicemente il capitano del Rupinaro per eccellenza. Tutti dotati di una tecnica fuori dal comune.

Attaccante: Giacomo Gandolfo, non ho ancora avuto il piacere di conoscerlo personalmente ma da sempre sento che segna a raffica e lo seguo volentieri.

Menzione particolare per Mauricio Sanguinetti, ex-professionista, con cui ho giocato nel Rupinaro davvero di un altro pianeta come calciatore e grandissima persona.

Allenatore: Costanzo Celestini, ben voluto da tutti ha un'esperienza incredibile. Non l'ho mai conosciuto ma ne ho sentito parlare benissimo.

Menzione particolare a tutti i mister che mi hanno allenato (Roberto Copello a cui sono più legato umanamente, mi ha fatto esordire e ho vinto un campionato, Sandro Giacobbe che è stato un grande - gli anni in cui mi sono divertito di più -, Massimo Ulivi e Massimo Maiolino - grandi conoscitori dal punto di vista tattico -) e quelli con cui collaboro quotidianamente con il settore giovanile che sono dei veri educatori (Giuseppina Condidorio, Danilo Gigante, Andrea Zetti, Matteo Podestà e Gian Luigi "Cicci" Macchiavello).

Dirigente: Ilario Ghiorzo, attuale direttore generale del Rupinaro, che dal nulla è riuscito a creare una macchina organizzativa mostruosa come quella biancoblù. Ben voluto e rispettato da tutti sta facendo la storia del calcio levantino.

Menzione particolare a Paolo Mancuso, ds del Sestri Levante, che da sempre crede in me e che sta facendo benissimo.

Arbitro: Ravenna, direttore di gara che fa della sua statura e sicurezza i punti di forza. Se c'è una partita tosta lui è l'arbitro perfetto che permette il regolare svolgimento delle gare. Tutte le volte che mi ha arbitrato è stato impeccabile.

Menzione particolare a Dario Roscelli, giovane direttore di gara, che grazie alla sua voglia è riuscito già a togliersi delle belle soddisfazioni e ad arrivare in Eccellenza.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore