/ Prima categoria
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Prima categoria | 23 settembre 2021, 12:04

COPPA LIGURIA/ Atletico Argentina-Oneglia 4-1

Il resoconto di Stefano Lanteri

COPPA LIGURIA/ Atletico Argentina-Oneglia 4-1

Termina 4 a 1 l'esordio in coppa italia dei rossoneri contro l'Oneglia

 

Sul rinvigorito manto erboso dell'Ezio Sclavi è andata in scena l'esordio dell'Atletico Argentina contro l'Oneglia Calcio.

 

Atletico Argentina: Calcina, Colavito, Stella, Modesti, Campagnani, D'Agostino, Russo, Calvini G, Macaluso, Ferrigno, Sina.

 

Panchina: Cedeno, Crespi, Vecchiotti, Brizio, Rastello, Valenzise, Cresa.

 

Oneglia Calcio: Filiberto D., De Matteis, Stabile, Filiberto S., Combi, Negro, La Porta, Zanchi, Bella, Pellgrino, Schievenin.

 

Panchina: Loiacono, Benini, Ansaldo, Velasque De La Crus, Carnabuci, Pippia, Lanteri, Pala, Comiotto.

 

In avvio di gara l'Atletico si porta subito in vantaggio con Macaluso, vantaggio che dura circa venti minuti nervosi e con molte interruzioni di gioco dovute ai falli fischiati che portano tre ammonizioni già nel primo tempo, tutte per la squadra ospite.

La partita comunque rimane aperta grazie al pareggio al 40' dell'Oneglia con De Matteis, che si fa di nuovo superare al termine del primo tempo dal raddoppio dei padroni di casa con Russo.

 

Nel secondo tempo entra solo una squadra in campo e come nei primi quarantacinque minuti la prima a segnare, dopo varie occasioni, è l'Argentina con una Volè incredibile di Vecchiotti su assist di Capitan Calvini.

Il possesso palla dell'Argentina viene interrotto solo tre volte nel proseguo della partita: un rosso per Schievenin, ll quarto gol dei padroni di casa, messo a segno da Brizio e un secondo rosso per gli Ospiti al numero 9 Bella nel recupero del secondo tempo.

 

Esordio che porta sicurezza in Casa Atletico Argentina in vista dell'inizio del Campionato, tutta altra storia per gli ospiti che hanno molto da lavorare per arrivare con un altro piglio la Prima Categoria.

 

Articolo e foto di Lanteri Stefano.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore