/ Pallanuoto
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Pallanuoto | 16 ottobre 2021, 20:44

PALLANUOTO L’Iren Quinto scivola in trasferta: vince l’Anzio 10-9

Non sorride all’Iren Genova Quinto la prima trasferta della stagione

PALLANUOTO L’Iren Quinto scivola in trasferta: vince l’Anzio 10-9

ANZIO WATERPOLIS-IREN GENOVA QUINTO 10-9
ANZIO WATERPOLIS: 
A. Antonini, G. Siani, C. Gandini 1, L. Di Rocco 2, A. Giorgetti 3, A. Grossi, N. Fratarcangeli, A. Mironov, F. Lapenna, A. Cunko 1, G. Casasola 2, D. Presciutti 1, G. Vassallo. All. Tofani
IREN GENOVA QUINTO: P. Pellegrini, J. Gambacciani 1, A. Di Somma, Villa, F. Panerai 2, R. Ravina, A. Fracas, A. Nora 1, N. Figari 4, L. Bittarello, M. Gitto, M. Guidi 1, Valle. All. Del galdo
Arbitri: Calabro e Nicolosi
Note: Parziali: 3-1 1-4 1-1 5-3 Superiortià numeriche: Anzio 6/14 + un rigore realizzato e Quinto 3/8 + 2 rigori realizzati. Ammonito per proteste nel secindo tempo (minuto 4’06”) il tecnico dell’Anzio Tofani, in occasione del rigore assegnato al Quinto e ralizzato dal capitano Figari. Usciti per limite di falli Di Somma (Q) nel secondo, Panerai (Q) nel terzo, Fracas (Q) nel quarto tempo. Espulso per reiterate proteste Nora (Q) nel terzo tempo.

Non sorride all’Iren Genova Quinto la prima trasferta della stagione: in casa dell’Anzio i ragazzi di Jonathan Del Galdo vengono superati (10-9, ancora con un solo gol di scarto, proprio come contro la Pallanuoto Trieste) dalla formazione laziale restando a secco di punti dopo due partite.

Partita molto tesa, con i padroni di casa autori di uno sprint nel primo tempo, poi colmato dai biancorossi nel secondo parziale. Iren Genova Quinto che poi nel prosieguo della partita è stato condizionato dalle tante espulsioni definitive (nell’ordine Di Somma, Panerai, Nora e Fracas) che hanno in parte consentito all’Anzio l’allungo decisivo nell’ultimo quarto.

Siamo partiti un po’ contratti, non abbiamo dato il meglio all’inizio – il commento del capitano Luca Bittarello – Poi siamo venuti fuori, abbiamo iniziato a giocare come sappiamo, colmando il divario e riuscendo anche a portarci in vantaggio di due gol, sul 5-3. In seguito non siamo stati abbastanza bravi ad adeguarci ad un arbitraggio molto severo, che ci ha penalizzato molto anche per via delle espulsioni: alla fine non avevamo quasi più cambi e l’inerzia della partita si è spostata a favore dell’Anzio. Ma ormai è finita e pensiamo alla prossima trasferta, in casa della Roma, che sarà altrettanto difficile”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore