/ Eccellenza
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Eccellenza | 02 dicembre 2021, 12:41

GENOVA CALCIO Beppe Maisano commenta il pareggio col Taggia

"La società sta mantenendo fede a tutti gli impegni e ci sta per regalare un impianto tutto nuovo, quindi dico ai miei ragazzi che non possiamo permetterci di mancare al nostro impegno soprattutto sul piano della mentalità"

GENOVA CALCIO Beppe Maisano commenta il pareggio col Taggia

Un buon pareggio quello ottenuto ieri dalla Genova Calcio contro la capolista Taggia.

Con mister Beppe Maisano andiamo ad analizzare sia la partita di ieri, sia la classifica generale e il momento attraversato dalla squadra biancorossa, in vista del tanto atteso ritorno sul campo di casa, l'Italo Ferrando di Cornigliano rimesso a nuovo.

Beppe, intanto un commento su questo sorprendente Taggia:

Il Taggia è una squadra ben allenata, ben disposta in campo e con un allenatore che penso riuscirà a fare un’ottima carriera come Simone Siciliano. Persona corretta e con idee come quando giocava. La società in questi anni si e riorganizzata ed è diventata una realtà importante del Ponente, poi tra poco come noi tornerà a giocare a casa propria. La classifica che ha è quella che ha meritato in campo fino ad ora. In questo girone c’è un grande equilibrio e sarà dura per tutti qualificarsi ai playoff.

Soddisfatto della tua Genova Calcio?

Per quanto riguarda noi ieri abbiamo giocato un primo tempo che non mi è piaciuto pur creando delle buone occasioni. Nel secondo tempo la squadra è tornata a giocare e ad avere aspetti caratteriali importanti come da nostro dna e ha fatto molto meglio del primo tempo creando parecchie situazioni interessanti. Purtroppo nel momento di dominio della partita abbiamo subito un goal irregolare ma sono cose che purtroppo succedono, la squadra è stata brava a recuperare il risultato. Diciamo che negli ultimi 4 appuntamenti compresa la Coppa gli equilibri sono girati dalla nostra parte mentre ieri la ruota è girata diversamente. Il Taggia dopo la sconfitta di domenica e dopo un lungo viaggio infrasettimanale e con assenze importanti ha avuto nel primo tempo più fame di noi.

Cosa chiedi di più alla tua squadra?

Intanto faccio i complimenti a loro, per noi se non affronteremo e prepareremo le partite come gruppo tecnico, come singoli giocatori, ieri troppi sono mancato all'appuntamento,  in modo diverso, sarà molto dura qualificarsi alla seconda fase. Questo i ragazzi devono capirlo perché la società sta mantenendo fede a tutti gli impegni e sta per darci in dono un ottimo impianto sportivo per cui non possiamo permetterci di mancare sul piano soprattutto della mentalità di mancare gli impegniNon mi aspetto di più ma voglio altro da tutti noi a prescindere dalle assenze e dalle carenze e questo è stato ribadito già più volte alla squadra e alla società. Per quanto riguarda la classifica non pensavo che i recuperi ci potessero proiettare in cima alla classifica in quanto gli impegni infrasettimanali continui non ci aiutano sicuramente e comunque la qualificazione si deve raggiungere con continuità e crescita e bisogna volerla, in questi gironcini ognuno si gioca la vita ogni partita. Lo scorso anno lo avevamo capito e per questo abbiamo alzato l’asticella.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore