/ Calcio
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Calcio | 14 gennaio 2022, 00:01

TANTI AUGURI A.... LUCA CAPPANERA "Vorrei rigiocare quell'Ospedaletti-Cogoleto e vorrei cancellare la delusione della mancata promozione col Bargagli"

L'ex allenatore di Bargagli e Cogoleto oggi compie 50 anni e risponde alle 10 domande

TANTI AUGURI A.... LUCA CAPPANERA "Vorrei rigiocare quell'Ospedaletti-Cogoleto e vorrei cancellare la delusione della mancata promozione col Bargagli"

1 - Tanti auguri, come festeggerai oggi?

Spero di riuscire a stare qualche momento con tutte le persone a me care! Mezzo secolo è un compleanno particolare che mi porta a ricordare  quando da bambino vedevo i 50 enni davvero vecchi!

2 - Il Covid 19 secondo te ci ha migliorato o ci ha peggiorato ?

Il Covid ci ha sicuramente cambiato , ed in questo cambiamento ci sta tutto, sicuramente ci ha resi diversi e forse più intolleranti a tante cose. Forse ha radicalizzato diversi aspetti di noi, lasciando ahimè una eredità pesante sui ragazzi giovani, un qualcosa davvero di faticoso.

3 - Esprimi un desiderio legato al calcio: cosa vorresti che si realizzasse ?

Che potesse ritornare ad essere vissuto in modo simile dalla sua comparsa a prima degli anni 90 da me vissuti, ma utopistico col cambiamento generatosi;  sicuramente fa parte dei tanti cambiamenti a cui personalmente ho faticato ad abituarmi e per questo mi sono disinnamorato di questo gioco speciale, stupendo e palestra di vita per me unico.

4 - C’è una partita che vorresti rigiocare o un episodio che vorresti cancellare dalla tua carriera calcistica ?

Ricordo principalmente episodi da allenatore perchè sono più vicini nel tempo; vorrei rigiocare Ospedaletti-Cogoleto  semifinale regionale play off 2016/17, dopo aver superato il fortissimo Torriglia dell'amico Paolo Mazzocchi nella finale del girone perdemmo una partita incredibile e che giocammo in modo impeccabile , vincerla sarebbe stato il coronamento di una stagione stupenda  non solo calcistica ma anche sul lato umano e delle emozioni vissute ( finimmo terzi nei play off regionali ma con le tante retrocessioni dalla D non servì a salire in Promozione). L'episodio che vorrei dimenticare ( anche se il termine è ingiusto perchè la cavalcata è rimasta dentro i nostri cuori ) è l'impresa col Bargagli 2014/15 nel quale riuscimmo nella storica impresa di salire in Promozione dopo aver vinto i play off con grandi squadroni e purtroppo l'epilogo fu la "la mancata iscrizione nell'estate al campionato superiore"; tutto questo fu il coronamento di diversi anni di crescita partita con quella società dai bassifondi della 2*categoria. 

5 - Cosa sarebbe la vita senza calcio ? Come lo rimpiazzeresti ?

Fino a qualche anno fa non ne potevo fare a meno, ora attendo che questo sport riesca a ristabilire degli equilibri soprattutto per i giovani avendo un figlio che lo pratica con grande passione.

6 – Secondo te l’Italia andrà ai Mondiali ? Hai fiducia in Mancini ?

Tifo Italia anche se come ho detto il distacco dal calcio giocato e vissuto è per me evidente , spero per i ragazzi giovani che l'Italia arrivi al Mondiale che noi tutti ricordiamo soprattutto da ragazzini.

7 – Se dovessi identificare il calcio con un unico protagonista del presente o del passato che nome faresti e perché ?

Da sampdoriano ti direi Gianluca Vialli che rappresentava tanti di quei lati a me cari posseduti da un personaggio del calcio rilevante e che personalmente mi ha trasmesso emozioni forti ed espressioni a cui mi sono sentito molto vicino. Poi il calcio però mi ha regalato tanti protagonisti con cui ho condiviso esperienze uniche davvero. 

8 – Nel tempo libero : meglio un libro, un film , buona musica o?

Ho imparato ad apprezzare un po' di più il tempo libero nell'ultimo periodo, ma ti direi una camminata al mare o ai monti.

9 – Ti regalano due biglietti per una destinazione che puoi scegliere : con chi vai e dove vai ?

Visto che i biglietti sono solo due sicuramente con la mia compagna con cui ho stabilito una relazione fondata sulla stima reciproca, sul rispetto, sull'amore e su tutti quei valori che a 50 anni emergono come fondamentali conoscendo una persona davvero per me speciale, destinazione Canada. 

10- Se potessi rivivere il momento più bello della tua vita quale sceglieresti ?

Sicuramente la nascita del mio primo figlio, una emozione positiva incredibile forse perchè fortemente desiderato.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore