/ Eccellenza
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Eccellenza | 27 marzo 2023, 21:12

TANTI AUGURI A... DAVIDE ADORNATO

Il portiere della Lavagnese ha compiuto 32 anni e risponde cosi alle 10 domande

TANTI AUGURI A... DAVIDE ADORNATO

1-Ciao, calcisticamente che compleanno è e come hai festeggiato?

Allenandomi e festeggiando dopo la vittoria

2-Un commento alla stagione della tua squadra dilettantistica

Molto bene, tredici risultati utili consecutivi, sei partite che non prendevo gol, sono molto contento, speriamo di arrivare ai playoff e vincerli e andare in D

3-Genoano, sampdoriano o? Cosa pensi della stagione della squadra per cui tifi?

Io sono toscano di Pisa, fede juventina e simpatizzo per il Pisa, con cui ho giocato qualche anno

4-Com’è il tuo rapporto con gli arbitri?

Con l'adrenalina che hai in campo qualche parolina scappa, ma non dimentichiamo che sono ragazzi come noi e vanno rispettati

5-Se tu fossi il ct Mancini, come rilanceresti la Nazionale dopo i due fallimenti mondiali consecutivi?

Non sarebbe facile dopo aver vinto un Europeo e non essersi qualificati ai Mondiali... Ma cercherei di ripartire dai giovani e da qualche certezza del campionato italiano... Io farei giocare più italiani nelle squadre italiane. E vedrei bene le squadre B in Lega Pro come ha la Juventus. E nelle Primavere non solo giovani stranieri, ma tanti italiani

6-Dimmi tre qualità che deve avere secondo te un buon allenatore

Un allenatore bravo deve avere qualità umane, sapersi rapportare con gente che gioca per piacere e non per processione, usare bastone e carota, deve essere molto pragmatico e pratico, deve saper dare organizzazione alla squadra.

7-Nel calcio conta più la testa, il cuore, le gambe, la tecnica, la tattica o la grinta e perché?

In una squadra ci vuole un po' di tutto, dove non si arriva con la tecnica bisogna metterci il cuore. Conta tanto il carattere

8-Prima di smettere vorresti che…

Vorrei rimanere più in alto possibile compatibilmente al mio lavoro di insegnante di sostegno nelle scuole. Obiettivo serie D spero con la Lavagnese.

9-Tatticamente… meglio prima non prenderle o fare un gol più dell’avversario?

Visto il ruolo penso a non prenderle. Fase difensiva fondamentale, e poi il gol lo troviamo.

10-Il calcio come valvola di sfogo: quello che hai imparato giocando/allenando/dirigendo nel calcio ti ha insegnato qualcosa per la vita? O viceversa nel calcio hai adottato una tua particolare filosofia di vita?

Il calcio mi ha insegnato tanto, a 9 anni ero già a Empoli, poi sono stato a Casale e Gavorrano, sono cresciuto tanto a livello umano e ho incontrato tante persone importanti, fra allenatori e compagni. In ogni spogliatoio incontri persone che ti insegnano qualcosa oltre a stringere diverse amicizie.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore