PALLANUOTO | venerdì 21 febbraio 2020 01:28
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

PALLANUOTO | 08 febbraio 2020, 22:08

Pallanuoto A1 / Per l'Iren Genova Quinto un'altra festa alle Piscine di Albaro

Seconda vittoria consecutiva per l’Iren Genova Quinto, che dopo aver superato la Lazio mercoledì scorso fa il bis, sempre in casa, contro il Telimar Palermo, battuto 10-8 nell’ultima giornata del girone di andata.

Pallanuoto A1 / Per l'Iren Genova Quinto un'altra festa alle Piscine di Albaro

IREN GENOVA QUINTO-TELIMAR 10-8
IREN GENOVA QUINTO:
 P. Pellegrini, N. Gambacciani, Farcas 2, M. Mugnaini 1, A. Giorgetti 1, R. Lindhout 2, F. Gavazzi, M. Guidi, T. Tabbiani, L. Bittarello 2, M. Gitto 1, A. Amelio 1, R. Pellerano. All. Luccianti
TELIMAR: W. Washburn, Del Basso, Di Patti, D. Occhione, Zammit, Giliberti 1, Saric 4, Lo Cascio 1, Maddaluno 1, D. Draskovic 1, Migliaccio, Sansone. All. Formiconi
Arbitri: Braghini e Gomez f.
Note: Parziali: 3-0 2-3 3-3 2-2 Telimar con 12 giocatori a referto. Usciti per limite di falli: Draskovic (Telimar) nel terzo tempo, Zammit e Giliberti (Telimar) nel quarto. Superiorità numeriche: Quinto 4/12 + 3 rigori (uno parato da Washburn a Lindhout). Telimar 4/10 + 1 rigore. Espulso Giorgetti (Quinto) per proteste nel secondo tempo. Spettatori 300 circa.

Seconda vittoria consecutiva per l’Iren Genova Quinto, che dopo aver superato la Lazio mercoledì scorso fa il bis, sempre in casa, contro il Telimar Palermo, battuto 10-8 nell’ultima giornata del girone di andata. Una gara che i biancorossi hanno sempre tenuto sotto controllo, ma che gli ospiti hanno avuto comunque la bravura tenere viva sino all’ultimo istante. Per Bittarello e compagni adesso si profila un nuovo appuntamento casalingo, sabato prossimo alle Piscine di Albaro contro l’Ortigia.

Una partita contro una squadra motivata dal cambio di allenatore, ha avuto voglia e grinta, me lo aspettavo e lo avevo detto in settimana ai miei ragazzi. Siamo partiti bene, andando via già nel primo tempo, ma loro non hanno mollato e sono sempre rimasti sotto, facendoci soffrire sino alla fine. Devo fare i complimenti alla mia squadra, abbiamo giocato tre gare intense in una settimana e questo ci ha complicato anche i piani di preparazione della singola partita. Ma abbiamo fatto i punti che volevamo fare e questo era l’importante. Ora testa all’Ortigia“, commenta il tecnico Gabriele Luccianti.

Foto di Paolo Zeggio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore