/ Pallavolo
Lavoro in Italia

Cerca sul sito

Vai all'archivio ›

Cerca nel web

Pallavolo | 29 febbraio 2020, 11:27

VOLLEY Giorgio Parodi ci parla dell'accordo che lega Olympia e Serteco con la VolAlto 2.0 Caserta

Ecco le parole del patron gialloblù e presidente arancionero sulla nuova partnership.

VOLLEY Giorgio Parodi ci parla dell'accordo che lega Olympia e Serteco con la VolAlto 2.0 Caserta

Giorgio, parlaci di questa nuova partnership, com'è nata l'idea?

Erano mesi che seguivo la VolAlto come società leader a Caserta e in Campania. Son stato ospite a Caserta dove ho potuto conoscere personalmente il presidente Turco e la bellissima realta della VolAlto 2.0 che fa il campionato di A1 femminile. Grazie a questa opportunità ho avuto la fortuna di poter conoscere un grande imprenditore che è il signor Turco, il quale con tanta passione e dedizione lavora col suo team per fare della vera e sana pallavolo in quello che possiamo considerare come il fiore all'occhiello della città di Caserta.

Che possibilità ci sono per le atlete di Olympia e Serteco?

Sto cercando di seguire il metodo VolAlto che, oltre ad avere una prima squadra, lavora molto bene anche nel progetto Academy VolAlto con un centro sportivo dedicato anche alle ragazze che arrivano da fuori.

Che impressioni ti ha fatto la pallavolo giù al Sud?

Chiaramente ho avuto poco tempo per approfondire, però devo essere sincero, l'impressione positiva del presidente Turco, che con la sua volontà e capacità imprenditoriale, sportiva e la gestione del suo team, mi ha entusiasmato. Spero un domani di portare a Genova in Liguria una realtà importante come ha fatto il signor Turco a Caserta in Campania.

Com'è stato confrontarsi con una realtà di A1?

La vera emozione è stata conoscere un imprenditore che ha tanta voglia e passione per questo sport. Ho potuto conoscere il coach della VolAlto 2.0 Guido Malcangi, un vero professionista. È stato un onore poter conoscere, confrontare e capire la gestione di una squadra di A1. Anche le stesse atlete conosciute in albergo sono un bel gruppo affiatato. Da A1 a B2 c'è una differenza importante, comunque sto cercando di prendere più conoscenze possibili per portare anche in Liguria una pallavolo di livello.

Che differenza c'è tra una società come VolAlto e le tue?

Chiaramente VolAlto è seguita da tanti sponsor importanti e numerosi imprenditori. Qua a Genova la mancanza di imprenditori che sposino un progetto di pallavolo di alto livello rende difficile il definitivo salto di qualità.

Come vedi la prossima stagione?

La passione e la volontà c'è tutta, chiaro che fare un campionato con un partner d'eccellena come la famiglia Turco e la VolAlto per me sarebbe un sogno. Poter collaborare la prossima stagione con questa realtà sarebbe importante. Il mio sogno è portare il marchio VolAlto 2.0 in Liguria.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore